Home Didattica Avanguardie educative: un movimento di innovazione

Avanguardie educative: un movimento di innovazione

CONDIVIDI

Le Avanguardie educative sono un movimento di innovazione che porta a sistema le esperienze più significative di trasformazione del modello organizzativo e didattico della scuola.

Un movimento aperto alla partecipazione di tutte le scuole italiane impegnate nella trasformazione di un modello “industriale” e trasmissivo di scuola, non più adeguato alla nuova generazione di studenti e alla società della conoscenza.
Il movimento nasce nel 2014 dall’iniziativa congiunta di Indire e di un primo gruppo di 22 scuole che hanno realizzato esperienze innovative. Avanguardie educative intende utilizzare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e dai linguaggi digitali per cambiare gli ambienti di apprendimento e offrire “idee” a partire dall’esperienza delle scuole.
Ognuna di queste rappresenta la tessera di un mosaico che mira a rivoluzionare l’organizzazione della didattica, del tempo e dello spazio del “fare scuola”.
Oggi sono oltre
370 le scuole che hanno aderito al Movimento. Nell’ambito di tre dimensioni fondamentali del fare scuola, Spazio, Tempo e Didattica, si sviluppano le 12 idee innovative del Movimento:

Icotea


• Aule laboratorio disciplinari
• Spazio flessibile (aula 3.0)
• Bocciato con credito
• Compattazione del calendario scolastico
• Teal (tecnologie per l’apprendimento attivo)
• Integrazione cdd/libri di testo
• Spaced learning (apprendimento intervallato)
• Ict lab
• Flipped classroom (la classe capovolta)
• Didattica per scenari dentro/fuori la scuola
• Debate (argomentare e dibattere)