Home Attualità Azzolina ritorna sul concorso scuola e sull’organico docenti

Azzolina ritorna sul concorso scuola e sull’organico docenti

CONDIVIDI
webaccademia 2020

“Il nostro Paese è l’unico Paese che sta mettendo 70 mila unità in più per l’emergenza, sia personale docente sia personale Ata, per potenziare la didattica e per aiutare le scuole nell’organizzazione.”

Così la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina nella Conferenza stampa di ieri per fare il punto della scuola è tornata sull’organico e poi sul concorso scuola, in particolare sul concorso docenti straordinario che, garantisce la Ministra, a ottobre si farà e permetterà di coprire le cattedre vacanti.

Il concorso scuola e in generale l’organico Covid aggiuntivo, spiega la Ministra, sono il segno che l’Italia non ha paragoni con il resto d’Europa sul fronte delle azioni per fare fronte all’epidemia.

ICOTEA_19_dentro articolo

La dichiarazione della Ministra Azzolina

“Qualcuno ha provato a far passare questo organico extra come supplentite, non è supplentite,” si difende la Ministra, “sappiamo bene che una parte di cattedre che non siamo riusciti a dare di ruolo le daremo grazie al concorso straordinario che ad ottobre si farà e grazie a una programmazione seria che stiamo già prevedendo all’interno del ministero dell’Istruzione perché noi dobbiamo già sapere da qua ai prossimi 10 anni quali insegnanti andranno in pensione e in quali classi di concorso, in quali discipline, per potere programmare ed evitare che a settembre ci siano problemi rispetto ai supplenti.”

Preparazione concorso ordinario inglese