Home Attualità Con la morte di Tullio Regge la fisica italiana perde un genio

Con la morte di Tullio Regge la fisica italiana perde un genio

CONDIVIDI
  • Credion

Muore il fisico Tullio Regge. Torinese, 83 anni, ha avuto un ruolo di primo piano nella meccanica quantistica ed ha giocato un ruolo altrettanto importante nella divulgazione scientifica. Malato da tempo di sclerosi, negli ultimi tempi aveva avuto un peggioramento ed era stato ricoverato per una polmonite nell’ospedale San Luigi di Orbassano, dove è morto ieri sera “. Tullio Regge è stato membro dell’Accademia dei XL e dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Oltre all’attività di ricercatore, svolgeva un’intensa attività come divulgatore e pensatore fra i più influenti e autorevoli nel panorama scientifico italiano. Nel 1989, Regge è stato eletto al Parlamento europeo.

Collaborava con il CICAP (di cui è stato cofondatore insieme a Piero Angela) dal 1990, nel ruolo di “garante scientifico”, subentrando ad Edoardo Amaldi, scomparso l’anno prima. Collaborava stabilmente con la rivista italiana di divulgazione scientifica “Le Scienze“. Ha insegnato teorie quantistiche della materia presso il Politecnico di Torino dove ha ricoperto il ruolo di professore emerito della I Facoltà di Ingegneria di Torino e Presidente onorario della SIGRAV. Interessante il video di divulgazione scientifica sul calcolatore pubblicato su Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=wmaGyAHqVzM#t=191 )

Icotea