Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Concorso dirigenti scolastici

Concorso dirigenti scolastici

CONDIVIDI
  • GUERINI
Il concorso ordinario per dirigenti scolatici della Sicilia continua a metabolizzare l’attenzione non solo degli interessati, ma tutto il mondo scolastico, regionale e nazionale. Per via della normativa che già nel precedente concorso riservato aveva dimostrato più di un lato debole, non manca neppure chi parla di un caso Sicilia.
Come è fin troppo noto, in alcune regioni sono stati già pubblicati gli elenchi di quanti hanno superato le prove scritte e si accingono a sostenere quelle orali. Abbiano notizia che nella prossima settimana altri uffici regionali – tra cui la Calabria e la Basilicata – saranno nelle condizioni di pubblicare gli elenchi degli ammessi. In Sicilia le prove scritte si terranno solo nei giorni 25 ed 26 gennaio.
Il Direttore dell’Ufficio Scolastico della Sicilia ha reso noto un provvedimento n. 418 del 5 gennaio 2006 con cui, su conforme parere dell’Avvocatura dello Stato, ha disposto l’ammissione con riserva alle prove scritte dei candidati che avevano già ottenuto, sulla base delle precedenti graduatorie regionali di ammissione successivamente annullate con provvedimenti giurisdizionali, la sospensiva.
I candidati – per la precisione 431 – per i quali erano stati notificati e comunicati  provvedimenti cautelari, sono stati convocati a mezzo telegramma con contestuale indicazione della sede di esame assegnata per tutti presso il Liceo Scientifico “G. Galilei”.
Il medesimo decreto dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia avverte altresì  che “essi devono ritenersi definitivamente esclusi ove non dovessero proporre nei termini di legge nessuna impugnativa avverso le graduatorie approvate con D.D.G. prot. N. 28055 del 9/12/2006 e pubblicate in data 13/12/2005 e ove detta nuova impugnativa non venisse accolta. In caso di presentazione di ricorso entro i termini di legge ma successivamente all’espletamento delle prove scritte, l’eventuale prosecuzione della procedura concorsuale sarà comunque subordinata alla emanazione da parte degli Organi Giurisdizionali aditi di provvedimenti cautelari favorevoli agli interessati”.