Home Attualità Coronavirus, Burioni: “Bisogna pensare alla Fase 2, ma non possiamo sbagliare nulla”

Coronavirus, Burioni: “Bisogna pensare alla Fase 2, ma non possiamo sbagliare nulla”

CONDIVIDI
  • Credion

Il virologo Roberto Burioni, Che tempo che fa su Rai2, ha fatto il punto sull’emergenza coronavirus in Italia. “Sicuramente le cose stanno migliorando, vediamo meno ricoveri, meno morti, ma soprattutto vediamo un dato oggettivo: le terapie intensive sono diminuite, è chiarissimo, le cose stanno migliorando. Questa è una notizia molto buona, e oggi il Niguarda di Milano ha chiuso i reparti. Una reazione ad un’epidemia deve essere pronta, immediata. Se si parte tardi si perde. Per la fase 2 non possiamo permetterci di farci prendere di nuovo di sorpresa. Questa volta non sarebbe perdonabile”.

E poi: “Dal momento in cui abbiamo chiuso vediamo gli effetti dopo trenta giorni – ha aggiunto – Noi dobbiamo cominciare a pensare alla fase 2, ma ci dobbiamo preparare: mascherine, test sierologici e tamponi e soprattutto isolamento. Ha funzionato molto bene il distanziamento sociale ma le persone si sono contagiate nelle loro case. Dobbiamo bloccare sul nascere altri focolai. Abbiamo due settimane e vediamo di non sprecarle”.

Icotea

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Nuovo Modello Autodichiarazione 26.03.2020 Editabile

LE FAQ UFFICIALI

Coronavirus e scuole chiuse, tutto quello che c’è da sapere: norme