Home Attualità Coronavirus, soli a casa è dura: spopolano HouseParty e Hangouts per diletto,...

Coronavirus, soli a casa è dura: spopolano HouseParty e Hangouts per diletto, didattica e lavoro

CONDIVIDI
  • Credion

Il Coronavirus costringe la gente a casa. Ma la socialità non si può sopprimere. Ecco che allora le persone fanno di tutto per continuare a dialogare. Lo fanno via smartphone, con i social, in particolare con Whatsapp e Facebook. I giovani utilizzano sempre più spesso Instagram. Ma quando l’esigenza è quella di parlare in real time in più persone, per motivi di lavoro (anche per lo smart working), di formazione (come la didattica a distanza) oppure semplicemente tra amici, allora servono le applicazioni telematiche: app che stanno letteralmente spopolando.

Tutti collegati con la casa virtuale

Il boom – scrive il 31 marzo l’agenzia Ansa – è sentito maggiormente nei due Paesi più colpiti dall’epidemia, l’Italia e la Spagna, dove a spopolare è la app HouseParty, che consente di frequentare gli amici in una casa virtuale, attraverso lo schermo di quello smartphone che ormai tutti anno.

Icotea

In Italia, secondo gli analisti di App Annie, i download di HouseParty si sono incrementati addirittura di 423 volte nella settimana che va tra il 15 e il 21 marzo, rispetto alla media degli ultimi tre mesi del 2019, cioè prima dell’emergenza sanitaria.

In Spagna la app è stata scaricata 2.360 volte in più della media. Il successo è molto più alto rispetto a quello registrato in altri Paesi alle prese con il Covid-19: Francia (30 volte), Germania (26 volte), Regno Unito (17 volte) e Usa (8 volte).

Per la teledidattica “vince” Hangouts

Poi ci sono le app per la teledidattica, di cui ci siamo già occupati qualche giorno fa, soffermandoci sulle piattaforme più utilizzate dai docenti.

Ebbene, in Italia nell’ultima settimana i download di Hangouts Meet, di Google, sono aumentati di 140 volte (64 in Spagna), 55 volte quelli di Zoom (27 in Spagna) e di 30 volte quelli di Microsoft Teams (15 in Spagna).

Allargando i confini, dice ancora App Annie, i download di applicazioni per videochat e conferenze hanno riportato un incremento del 45% rispetto alla settimana precedente del 15-21 marzo, e del 90% rispetto alla media dello scorso anno.

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Nuovo Modello Autodichiarazione 26.03.2020 Editabile

LE FAQ UFFICIALI

Coronavirus e scuole chiuse, tutto quello che c’è da sapere: norme e info utili