Home Attualità Dati epidemia: Miozzo non faccia l’addetto stampa di Azzolina, dice Sasso (Lega)

Dati epidemia: Miozzo non faccia l’addetto stampa di Azzolina, dice Sasso (Lega)

CONDIVIDI
  • Credion

Un duro attacco al Comitato Tecnico Scientifico arriva oggi da Rossano Sasso, deputato della Lega, componente della Commissione Cultura della Camera.
“Le ultime dichiarazioni del dottor Miozzo sulla sicurezza delle scuole – sostiene Sasso – sono ancora una volta il frutto di opinioni personali e non di dati scientifici, di sostegno a prescindere alle politiche della Azzolina e non di una reale analisi”.
“Da un uomo di scienza – aggiunge il deputato leghista – mi aspetterei delle considerazioni scientifiche, delle riflessioni suffragate da analisi, dai dati sui contagi nelle scuole ancora oggi tenuti nascosti”.

Rossano Sasso, però, è convinto che la colpa degli scienziati del CTS non sia quella di essere superficiali.
“In realtà – dichiara Sasso – si tratta di una precisa strategia volta ad assecondare passivamente le scelte politiche della Azzolina”.
Il CTS, conclude Sasso non deve “trasformarsi nell’ufficio stampa della Ministra ma deve al servizio della nazione e quindi fornire dati reali e affidabili.
Di attacchi alla ministra e al Governo l’opposizione non ne ha mai risparmiati, ma finora non si era ancora arrivati ad accuse così esplicite nei confronti del Comitato Tecnico Scientifico che, di fatto, viene additato come il “portavoce” più o meno ufficiale della Ministra e non come un organo scientifico che dovrebbe fornire dati oggettivi derivanti da indagini scientifiche. Insomma, secondo Rossano Sasso, il CTS sarebbe di fatto “pilotato” dalla Ministra.