Home Attualità Decreto Covid scuola, Sasso: “al lavoro per le modifiche, non penalizzare i...

Decreto Covid scuola, Sasso: “al lavoro per le modifiche, non penalizzare i docenti”

CONDIVIDI
  • Credion

Con il decreto in Gazzetta Ufficiale dal 6 agosto, viene ufficializzato il Green Pass obbligatorio a scuola, con tanto di sospensione dello stipendio in caso non venga presentato, che entreranno in vigore a partire da settembre per garantire il rientro in classe in presenza in sicurezza.

A rilasciare delle dichiarazioni al riguardo è stato il sottosegretario dell’Istruzione Rossano Sasso che ha sottolineato le intenzioni del suo partito di riferimento: “Il decreto covid va assolutamente migliorato e la Lega è già al lavoro in tal senso, soprattutto per la parte che riguarda la scuola. Al netto delle percentuali dei lavoratori che si sono vaccinati e che entro la fine di agosto saranno certamente superiori al 90%, occorre una riflessione politica sul carattere impositivo della norma. Siamo sicuri che sospendere i docenti sprovvisti di green pass e lasciarli senza stipendio sia la mossa giusta?”

Aggiunge il sottosegretario: “Mai come in questa fase occorre buonsenso: dopo 18 mesi di sacrifici da parte della comunità scolastica appare ingeneroso un atteggiamento vessatorio nei confronti di insegnanti e personale Ata”. – E continua – Se proprio dobbiamo pretendere dai docenti il green pass, si proceda con i tamponi e li si renda gratuiti per non penalizzare i lavoratori. Si punti poi sul tracciamento, magari coinvolgendo Protezione Civile ed enti locali sui tamponi salivari. Manca un mese all’inizio dell’anno scolastico: spero con tutto il cuore, da papà prima e da politico poi, che si svolgerà tutto in presenza”.