Home Didattica Didattica a distanza, Garante Infanzia Lazio: rischi per la salute, può portare...

Didattica a distanza, Garante Infanzia Lazio: rischi per la salute, può portare dipendenza

CONDIVIDI
  • Credion

“La didattica a distanza è molto importante, soprattutto ora che siamo obbligati a utilizzarla, ma allo stesso tempo non bisogna eccedere. L’eccesso può portare a una sorta di dipendenza dal computer, da internet e dal telefonino. Situazioni che abbiamo sempre contrastato”. Queste sono le parole pronunciate da Jacopo Marzetti, Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, riportate dall’Agenzia Dire.

“Dobbiamo stare attenti – continua – che non diventi l’unico strumento, come una sorta di meccanismo obbligatorio, per studiare o per sentirsi. Il periodo storico lo richiede, ma facciamolo con cautela”.

Icotea

E aggiunge un consiglio per i docenti: “non sottovalutare i rischi per la salute dei nostri minori. Stare ore e ore davanti a un computer può causare danni alla vista e alla salute in generale. Infine, è importante che queste lezioni garantiscano una interazione tra professori e alunni per sviluppare un contatto, anche se virtuale”.

Rivolgendosi ai genitori conclude: “Non è facile lavorare in smart working e fare anche il padre e la madre, ma in emergenza l’impegno deve essere massimo. Dobbiamo studiare insieme ai nostri figli”.

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Nuovo Modello Autodichiarazione 26.03.2020 Editabile

LE FAQ UFFICIALI

Coronavirus e scuole chiuse, tutto quello che c’è da sapere: norme