Home Mobilità Docenti soprannumerari: quale procedura seguire?

Docenti soprannumerari: quale procedura seguire?

CONDIVIDI

Dopo le iscrizioni e la determinazione dell’organico da parte del dirigente scolastico le segreterie stanno predisponendo le graduatorie interne d’istituto al fine di individuare gli eventuali soprannumerari qualora dovesse verificarsi una contrazione dell’organico per effetto della diminuzione di alunni iscritti.

Procedura

Il docente individuato quale perdente posto, può produrre domanda di mobilità anche oltre i termini di scadenza previsti dall’ordinanza. La domanda può essere presentata condizionata o meno.

Icotea

Domanda condizionata

  • Il soprannumerario, nel domanda  può indicare anche preferenze relative a comuni diversi da quello di attuale titolarità, purché esprima,  tra le preferenze, anche il codice relativo all’intero comune di titolarità oppure relativo al distretto sub comunale di titolarità, prima dei codici relativi ad altri comuni ovvero ad altri distretti sub comunali (sia di singola scuola, sia sintetici).
  • Nella casella relativa alla domanda se intende partecipare al movimento a domanda deve rispondere NO.

Vantaggi domanda condizionata

La domanda condizionata attribuisce al docente i seguenti vantaggi:

  • ha la precedenza su tutti i movimenti nell’ambito della provincia per rientrare nella stessa scuola in cui è stato considerato perdente posto
  • La domanda viene annullata e non perde la continuità nella stessa istituzione.
  • qualora dovesse essere trasferito in una delle sede richieste nella domanda di mobilità condizionata, il punteggio previsto per la continuità viene mantenuto.

Domanda non condizionata

Se il docente ha presentato domanda di mobilità volontaria prima di conoscere la sua posizione di soprannumerario, parteciperà  alla  mobilità alla pari di tutti gli altri docenti. Può avere la precedenza solo se presenta la domanda di mobilità condizionata.

Trasferimento d’ufficio

Nel caso in cui il docente perdente posto non dovesse ottenere il trasferimento in una delle sedi richieste nella mobilità volontaria, allora il docente verrà trasferito d’ufficio in una delle scuole del comune di titolarità, nel caso non dovessero esserci posti liberi, allora verrà trasferito in un comune viciniore.

Domanda non presentata

Il docente soprannumerario che non dovesse presentare la domanda condizionata, perché ha presentato la domanda volontaria, segue la procedura di tutti gli altri e se non dovesse ottenere nessuna delle sedi richieste verrà trasferito d’ufficio in una delle sedi disponibili e non avrà diritto né al rientro nella sede di titolarità, né al punteggio della continuità.