Home I lettori ci scrivono Emergenza DSGA nelle scuole: una possibile soluzione “tampone”

Emergenza DSGA nelle scuole: una possibile soluzione “tampone”

CONDIVIDI
  • Credion

Con il  D.D. 979/2010 fu indetta una procedura selettiva per l’accesso alla mobilità professionale per il passaggio dall’area B all’area D, profilo professionale  Direttore servizi generali e amministrativi. In alcune province detti elenchi non sono ancora esauriti.

Pertanto, in considerazione del fatto che tutti coloro i quali risultano essere utilmente inseriti nei predetti elenchi rispondono a determinati requisiti, quali “anzianità di servizio, 2ª posizione economica, Laurea triennale o magistrale, ecc” (altrimenti non avrebbero potuto partecipare a detta prova), ed hanno superato un test fortemente selettivo, sarebbe auspicabile attivare la procedura per la formazione così come già in precedenza avvenuto, per tutto il personale rimasto nelle suddette graduatorie non ancora esaurite, ed utilizzare tali graduatorie non solo ai fini delle immissioni in ruolo, ma anche per la redazione di nuove graduatorie permanenti per l’attribuzione di incarichi, utilizzazioni e supplenze DSGA.

Icotea

Ciò consentirebbe al Ministero dell’Istruzione di superare, nell’immediato e senza spese aggiuntive, l’emergenza derivante dalla mancanza di questa importante figura professionale in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico, provvedendo alla copertura parziale e/o totale dei posti disponibili.

Detto provvedimento consentirebbe agli uffici del Ministero un ampio respiro per potere preparare con serenità e senza fretta un nuovo concorso per DSGA.

Emilio Bernuzzi