Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Il concorso Ds in Sicilia si tinge di rosa

Il concorso Ds in Sicilia si tinge di rosa

CONDIVIDI
  • Credion
L’Usr della Sicilia con un allegato al decreto (MPI.AOODRSI.REG.UFF.6403) pubblica l’elenco dei candidati risultati idonei a seguito della positiva valutazione della prova orale del concorso di cui al DDG 13/07/2011. Tali candidati saranno pertanto inseriti nella graduatoria generale di merito, dopo la valutazione dei titoli suscettibili di valutazione. Nello stesso decreto di evidenzia che i candidati compresi nel predetto elenco che hanno partecipato alla fase preselettiva e/o alle prove scritte per effetto di provvedimenti cautelari del Giudice amministrativo saranno inseriti nelle graduatorie finali con riserva, in pendenza del contenzioso. Inoltre viene comunicato che con un provvedimento successivo, accertata la regolarità delle procedure, tenuto conto di quanto stabilito dalla normativa vigente in caso di parità di punteggio conseguito da più candidati, saranno approvate le graduatorie generali di merito, formate secondo l’ordine del voto finale di merito riportato dai candidati, calcolato in centoventesimi e ottenuto dalla somma dei voti delle due prove scritte, del voto della prova orale e del punteggio attribuito ai titoli suscettibili di valutazione. Da una lettura attenta dell’elenco dei 176 candidati che hanno superato la prova orale, si possono fare alcune considerazioni statistiche. La prima osservazione è quella che su 260 partecipanti alla prova orale sono riusciti a superarla in 176 poco meno del 70%, evidenziando il fatto che quasi un terzo degli aspiranti Ds sono stati bocciati. Un altro aspetto percentuale è quello che su i 176 promossi quasi l’ 80% sono donne e poco più del 20% uomini, un dato che tinge di rosa questo concorso che durante il suo iter ha incontrato forti resistenze con la presenza di molteplici ricorsi amministrativi sia nella fase preselettiva sia in quella delle prove scritte. Questi ultimi ricorsi molto probabilmente avranno delle conseguenze giuridiche (ricorsi in appello) ancora da risolvere.