Home Precari Il Diploma magistrale è abilitante “ex lege”

Il Diploma magistrale è abilitante “ex lege”

CONDIVIDI

Il parere 4929 della seconda sezione ha evidenziato che il diploma di scuola o di istituto magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, sia da considerarsi “abilitante ex lege” e quindi ai docenti che lo posseggono deve essere riconosciuto il diritto a essere inseriti nella seconda fascia delle graduatorie di istituto

La notizia la riporta Il Sole 24 Ore che ricorda pure come fino all’istituzione della laurea in «Scienza della formazione», era consentito l’inserimento dei docenti con abilitazione magistrale nella sola terza fascia delle graduatorie di istituto, per cui il Dm 62 del 2011 deve essere rivisto.
Se i ricorrenti sono poco più di 200, la decisione, secondo i primi calcoli del Miur, interessa circa 55mila professori diplomatisi prima del 2001-2002, motivo per cui si rischiano ricadute importanti perché si intreccia con i nuovi percorsi abilitanti e anche con l’aggiornamento delle graduatorie che dovrebbe partire da maggio-giugno.

Del parere del Consiglio di stato dovrà tener conto il Dpr da predisporre per risolvere la questione, considerando l’urgenza del provvedimento per il fatto che riconoscere l’abilitazione a 55mila diplomati magistrali, e quindi consentire l’ingresso in seconda fascia delle graduatorie, equivarrebbe di fatto a stoppare l’avvio dei «Pas».
Non solo. Una così massiccia presenza in seconda fascia provocherebbe un ulteriore effetto di bloccare eventuali assegnazioni di supplenze ai laureati in «Scienza della formazione primaria» per molti anni.

ICOTEA_19_dentro articolo