Home Attualità L’Uaar “rifonde” lo stipendio al prof che ha rimosso il crocefisso dalle...

L’Uaar “rifonde” lo stipendio al prof che ha rimosso il crocefisso dalle aule

CONDIVIDI

Si terrà venerdì 22 maggio a Terni, alle ore 17, presso la Sala comunale di via Aminale, il convegno “Laicità e scuola pubblica. A che punto è la notte?”, organizzato dal circolo locale dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar) insieme ai Cobas e all’associazione culturale “Civiltà Laica”, con la partecipazione, tra gli altri, di Piero Bernocchi (dei Cobas-Scuola) e Franco Coppoli, il docente sospeso per un mese dall’insegnamento e dallo stipendio per aver rimosso il crocefisso alle aule dell’Istituto “Allievi – San Gallo” di Terni, nel quale insegna.

L’incontro sarà l’occasione per consegnare al professore Coppoli lo “stipendio”raccolto dai circoli e dagli iscritti dell’associazione e risarcirlo del danno economico subìto ad opera delle autorità scolastiche che lo hanno punito per aver preteso di insegnare in una aula scolastica priva del crocifisso.
Il provvedimento, che è stato comminato il 1° aprile, si è limitato a rilevare il comportamento del professore Coppoli, non idoneo in base ai “doveri connessi alla posizione lavorativa cui deve essere improntata l’azione e la condotta di un docente», ritenendo quindi «legittimo» «erogare la sanzione disciplinare della sospensione dall’insegnamento per trenta giorni».
Con questa iniziativa, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti esprime la propria vicinanza al prof. Coppoli, “colpevole”, secondo qaunto riportato dall’Associazione, “di aver tentato di ripristinare la laicità della scuola pubblica”.

Icotea