Home Attualità L’Uaar “rifonde” lo stipendio al prof che ha rimosso il crocefisso dalle...

L’Uaar “rifonde” lo stipendio al prof che ha rimosso il crocefisso dalle aule

CONDIVIDI
  • Credion

Si terrà venerdì 22 maggio a Terni, alle ore 17, presso la Sala comunale di via Aminale, il convegno “Laicità e scuola pubblica. A che punto è la notte?”, organizzato dal circolo locale dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar) insieme ai Cobas e all’associazione culturale “Civiltà Laica”, con la partecipazione, tra gli altri, di Piero Bernocchi (dei Cobas-Scuola) e Franco Coppoli, il docente sospeso per un mese dall’insegnamento e dallo stipendio per aver rimosso il crocefisso alle aule dell’Istituto “Allievi – San Gallo” di Terni, nel quale insegna.

L’incontro sarà l’occasione per consegnare al professore Coppoli lo “stipendio”raccolto dai circoli e dagli iscritti dell’associazione e risarcirlo del danno economico subìto ad opera delle autorità scolastiche che lo hanno punito per aver preteso di insegnare in una aula scolastica priva del crocifisso.
Il provvedimento, che è stato comminato il 1° aprile, si è limitato a rilevare il comportamento del professore Coppoli, non idoneo in base ai “doveri connessi alla posizione lavorativa cui deve essere improntata l’azione e la condotta di un docente», ritenendo quindi «legittimo» «erogare la sanzione disciplinare della sospensione dall’insegnamento per trenta giorni».
Con questa iniziativa, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti esprime la propria vicinanza al prof. Coppoli, “colpevole”, secondo qaunto riportato dall’Associazione, “di aver tentato di ripristinare la laicità della scuola pubblica”.

Icotea