Home Attualità La scuola che vogliamo. Idee e proposte per una Scuola Democratica

La scuola che vogliamo. Idee e proposte per una Scuola Democratica

CONDIVIDI

Si svolgerà nel pomeriggio del prossimo 8 ottobre 2019 presso la Sala Isma del Senato della Repubblica il seminario organizzato dall’Associazione Nazionale Docenti, sul tema “La scuola che vogliamoIdee e proposte per una Scuola Democratica.

Come è noto, il 5 ottobre di ogni anno, si celebra in tutto il mondo, su iniziativa delle Nazione Unite la Giornata mondiale degli insegnanti. Un avvenimento che ricorre dal 1994 per commemorare la Raccomandazione sullo Status degli Insegnanti (Recommendation concerning the Status of Teachers), adottata da una speciale Conferenza intergovernativa convocata dall’Unesco e dall’ILO il 5 ottobre 1966.

L’Associazione Nazionale Docenti in occasione di tale importante evento ha inteso promuovere presso il Senato della Repubblica un confronto con studiosi e rappresentanti delle istituzioni per fare il punto sulla condizione dei docenti in Italia e sulle azioni necessari per avviare una prospettiva di reale di miglioramento.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ai lavori interverranno: Francesco Greco, presidente dell’Associazione Nazionale Docenti; Massimo Baldacci, Università di Urbino Carlo Bo; Franco Cambi Università di Firenze; Giuseppe Spadafora, Università della Calabria; Fabio Saitta Università di Catanzaro; Angelo Paletta Università di Bologna; Angelo Nocito, Università della Calabria; Sergio Rizzo,  V. Direttore “la Repubblica”; Mario Pittoni, Presidente 7^ Commissione – Senato;  Luigi Gallo, Presidente 7^ Commissione Camera dei deputati; Bianca Laura Granato, 7^ Commissione – Senato;  Camilla Sgambato, Responsabile scuola PD;  Luciano Chiappetta, già capo di Dipartimento Miur ; Giuseppe Bagni, Consiglio superiore della Pubblica Istruzione;  Antonello Giannelli, Presidente ANP;  Paolo Bruttini, Esperto in sviluppo della Leadership;  Guido Zaccarelli, autore del libro “La conoscenza condivisa” ; Anna Angelucci, Ass.ne Naz.le “Per la scuola della Repubblica.  E per concludere è stato richiesto un intervento del Ministro del Miur, Lorenzo Fioramonti.

Programma e modalità di partecipazione sono pubblici sul sito dell’AND www.docenti.one

CONDIVIDI