Home Attualità Le mascherine inutilizzate dalle scuole ai più bisognosi: al via la raccolta

Le mascherine inutilizzate dalle scuole ai più bisognosi: al via la raccolta

CONDIVIDI

Migliaia di mascherine inutilizzate da donare ai più bisognosi. La lodevole iniziativa è dell’associazione “Castelli romani food and wine“ e del maestro Alex Corlazzoli con la collaborazione della “Comunità di Sant’Egidio”.

Si tratta delle cosiddette “mascherine mutanda” destinate alle scuole, ma poco confortevoli e dunque abbandonate nell’armadio, sostituite da altri modelli più comodi per i bambini.

Icotea

Così, anziché lasciarle impolverare o ancora peggio cestinarle, l’idea è stata quella di donarle a chi ne necessita, dalle famiglie disagiate ai senza dimora e i migranti.

Salviamo le mascherine mutanda”, è questo lo slogan che presta il nome alla campagna di raccolta di tutti i dispositivi “abbandonati” dalle scuole.

Un’iniziativa doppiamente utile: oltre a fare del bene donando uno strumento fondamentale in questo particolare momento di emergenza, si elude anche il danno all’ambiente evitando di gettare migliaia di mascherine.

Ogni genitore, ogni studente ma anche i presidi o gli insegnanti potranno inviare le loro mascherine non usate ai seguenti indirizzi: associazione “Circuito via della produzione 1/3 00030 San Cesareo (Roma) oppure Alex Corlazzoli, via 4 Novembre 20/a 26010 Offanengo. Per informazioni sarà possibile contattare la referente dell’associazione Valentina Tiraboschi attraverso la mail: [email protected]