Home Alunni Le testate giornalistiche per i piccoli

Le testate giornalistiche per i piccoli

CONDIVIDI

Quante sono le riviste e i giornali che si rivolgono alle nuove generazioni, spiegando l’attualità in modo semplice e chiaro? Diffuse all’estero, e in modo particolare in Francia e Inghilterra, in Italia  sembra un settore che potrebbe crescere abbastanza e che dunque potrebbe coinvolgere anche la scuola e gli insegnanti

Queste le tre testate -secondo Linkiesta- da cui iniziare.

Popotus, l’inserto di Avvenire
Nato nel 1996, sembra l’erede di quel Corriere dei ragazzi proprio perché Popotus mira ad essere ben più che un contenitore di fumetti e di notizie di costume, bensì una rivista che abbraccia l’attualità a tutto tondo. Otto pagine in formato tabloid stampate in bianco e nero, dove si può leggere di politica ed economia, ma anche cultura, sport e spettacolo, faranno sentire i ragazzi già grandi.

E20La Stampa
La Stampa allega E20 (Eventi), curato da Enrico Caporale in collaborazione con la casa editrice De Agostini Scuola, e si rivolge agli studenti delle suole medie. È un prodotto pensato per essere di aiuto non solo ai ragazzi nella scoperta dell’attualità, ma anche agli stessi insegnanti, che possono utilizzarlo in classe per approfondimenti e progetti specifici. C’è anche la possibilità di fare ricerche storiche grazie all’archivio digitalizzato fin dal 1867 de La Stampa.

ICOTEA_19_dentro articolo

Internazionale Kids
La versione per bambini del settimanale estero più noto e apprezzato in Italia è a sua volta strutturato con contenuti di giornali stranieri, appositamente selezionati e tradotti per incuriosire e avvicinare i ragazzi alle notizie dal mondo. Giornali francesi, tedeschi, australiani, americani e di tanti altri Paesi sono raccolti in un mensile colorato e divertente, ricco di disegni e giochi per accompagnare la lettura.

CONDIVIDI