Mobilità docenti e ATA: come e quando presentare la domanda

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla questione della mobilità.

DOMANDA n. 1

Icotea

Quando sarà rinnovato il contratto per la mobilità dei docenti e quando conosceremo i tempi per presentare la domanda?

RISPOSTA

Il rinnovo del contratto della mobilità per il triennio 2022-2025 dovrebbe avvenire entro dicembre 2021, l’ordinanza ministeriale che regola modalità e tempi della mobilità per l’anno scolastico 2022/2023 quasi sicuramente sarà emanata tra gennaio/febbraio 2022, entro il mese di febbraio 2022 sarà possibile, molto probabilmente, presentare l’istanza di mobilità territoriale e professionale.

DOMANDA n. 2

I docenti soddisfatti su scuola nella mobilità 2020/2021 potranno fare domanda di mobilità 2022/2023 o saranno bloccati?

RISPOSTA

Di norma i docenti soddisfatti in una preferenza puntuale di scuola nella mobilità 2020/2021 restano bloccati per un triennio nella scuola di titolarità (2020/2021, 2021/2022 e 2022/2023). Fanno eccezione al blocco suddetto, i docenti che pur essendo stati soddisfatti su scuola, erano stati trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata e i docenti che avendo una precedenza ai sensi dell’art.13 del CCNI mobilità 2019-2022, non sono stati trasferiti nel comune o nel distretto sub comunale in cui si applica la precedenza.

DOMANDA n. 3

Il personale Ata ex Co.co.co. entrato in ruolo con orario part time e poi passato full time, potranno fare domanda di mobilità 2022/2023?

RISPOSTA

Fino ad oggi il personale ATA ex Co.co.co. entrato in ruolo nel 2019-2020 anche in stato di part time e poi passato in stato di full time è rimasto bloccato fino alla mobilità 2021/2022 nella medesima scuola di titolarità. Adesso con la mobilità 2022/2023 è presumibile che per questa categoria venga trovato un accordo che consenta la loro mobilità.