Home Personale Personale Ata: mobilità territoriale o professionale? Quali differenze?

Personale Ata: mobilità territoriale o professionale? Quali differenze?

CONDIVIDI
  • Credion

Che differenza c’è tra la mobilità territoriale e quella professionale in riferimento al personale Ata? Se ne parla in modo particolare in questi giorni, a partire dal 29 marzo 2021, data di pubblicazione delle ordinanze ministeriali sulla mobilità 2021.

Tempistiche

Il termine iniziale per la presentazione delle domande di mobilità per il personale ATA è fissato al 29 marzo 2021 e il termine ultimo è fissato al 15 aprile 2021. Quanto alle successive operazioni, il termine ultimo di comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili è il 21 maggio 2021 e la pubblicazione dei movimenti è fissata all’11 giugno 2021.

Mobilità territoriale

Per mobilità territoriale si intende la domanda di trasferimento da un territorio a un altro, che può riguardare un cambio di Comune o di Provincia.

Nel caso del personale Ata, la domanda di trasferimento nello stesso Comune viene definita mobilità territoriale comunale; si chiama mobilità territoriale intercomunale quella che riguarda trasferimenti tra Comuni diversi della stessa provincia; e mobilità territoriale interprovinciale la domanda di trasferimento tra province diverse.

Secondo la scheda N.9/2021 di Cisl scuola, ecco chi può partecipare alla mobilità territoriale sulla base dell’ordinanza del Ministero dell’Istruzione:

  • il personale ATA assunto a tempo indeterminato su sede provvisoria, al fine di ottenere la sede definitiva nell’ambito della provincia di titolarità;
  • il personale ATA a tempo indeterminato al fine di ottenere la titolarità in altra scuola della stessa provincia e/o di altra provincia;
  • il personale ATA senza sede di titolarità ai sensi dell’art. 59 del CCNL 29 novembre 2017;
  • il personale in esubero sull’organico provinciale è tenuto a presentare domanda di movimento. Il personale che non presenta la domanda ovvero in caso di indisponibilità delle preferenze espresse è trasferito d’ufficio;
  • il personale docente inidoneo ed il personale docente appartenente alle classi di concorso B33 (ex C999) e B-32 (ex C555).

Inoltre, la scheda puntualizza:

I trasferimenti sui posti per l’istruzione e la formazione dell’età adulta riorganizzati nei CPIA vengono disposti soltanto se gli interessati ne fanno esplicita richiesta utilizzando puntualmente il relativo codice riportato sugli elenchi ufficiali delle scuole. I DSGA per acquisire la titolarità del CPIA devono indicare il relativo codice puntuale.
I trasferimenti degli assistenti tecnici vengono disposti sulla base della tabella di corrispondenza aree-laboratori-titoli. È possibile chiedere, avendone i titoli, più aree professionali fino a un massimo di 4 (art. 49, comma 1 del CCNI).

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Mobilità professionale

La mobilità professionale riguarda invece il cambio di ruolo/profilo. Può richiedere un passaggio di ruolo il personale ATA a tempo indeterminato in possesso del titolo di studio valido per l’accesso al nuovo profilo, nelle scuole della Provincia di titolarità e/o in altra Provincia (coincidente
con quella eventualmente richiesta per il trasferimento), per un massimo di 3 candidature (3 profili), purché nell’ambito della stessa area funzionale.

Le aree funzionali sono due:

  1. Area funzionale per Assistente amministrativo, Assistente tecnico, Cuoco, Infermiere e Guardarobiere.
  2. Area funzionale per Collaboratore scolastico e Addetto alle aziende agrarie.

LEGGI ANCHE