Home Archivio storico 1998-2013 Generico Prima edizione del concorso “Quel fresco profumo di libertà”

Prima edizione del concorso “Quel fresco profumo di libertà”

CONDIVIDI
  • Credion
Oltre un centinaio i lavori in corsa per la prima edizione del bando di concorso “Quel fresco profumo di libertà” promosso dal Centro studi Paolo Borsellino. Una massiccia partecipazione al primo bando che ha visto un totale di 139 video provenienti da scuole secondarie di primo e secondo grado di tutto il territorio nazionale, ma anche da enti, giovani studenti e associazioni. Proviene dalla Sicilia il maggior numero di video partecipanti, ben 34 lavori prodotti dalle scuole secondarie di primo e secondo grado, l’isola è seguita dalla Puglia con 13 video e da Lazio e Lombardia con 11 video presentati. Sabato 19 ottobre 2013 è convocata a Palermo la Commissione giudicatrice per valutare i video e assegnare i cinque premi ai rispettivi istituti scolastici di primo e secondo grado (di cui un vincitore assoluto, due premi per la categoria delle scuole di primo grado e due per le scuole di secondo grado).

La Commissione è presieduta da Rita Borsellino, presidente onoraria del Centro Studi, Ricerche e Documentazione Sicilia/Europa “Paolo Borsellino” ed è composta da Francesca Capomaccio, componente della Dir. Gen. per lo Studente del Miur; Michele Di Dio, componente del C.R.I.C.D. presso il Dipartimento dei Beni culturali della regione siciliana; Maurizio Gentile, componente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia; Piero Li Donni, regista filmaker; Cristina Lucchini, magistrato presso il Tribunale di Caltanissetta; Vinicio Ongini, componente della Dir. Gen. per lo Studente del Miur; Maria Tomarchio, presidente del Centro Studi, Ricerche e Documentazione Sicilia/Europa “Paolo Borsellino”.
“Quel fresco profumo di libertà” è il primo concorso promosso dal “Centro studi e ricerche Paolo Borsellino”, ispirato alla lezione di Paolo Borsellino, per recuperare la memoria storica dell’impegno sociale e antimafia in Sicilia e per promuovere la ricerca scientifica.