Home Personale Prof assente da scuola 300 giorni l’anno per fare l’avvocato: arrestato

Prof assente da scuola 300 giorni l’anno per fare l’avvocato: arrestato

CONDIVIDI
  • Credion

In 5 anni e mezzo aveva collezionato più di 1.500 giorni di assenza fra malattia, congedo biennale per assistenza a familiare, oltre che per aspettativa per motivi familiari.

Si chiama A.M., 55 anni, ex docente dell’istituto Superiore di Codogno e dell’Istituto Merli-Villa Igea di Lodi: il 18 luglio è stato arrestato e posto ai domiciliari dai militari della Guardia di Finanza, su ordine del gip di Lodi, perché secondo l’accusa le assenze erano motivate dallo svolgimento di attività di l’avvocato a Reggio Calabria.

Icotea

Secondo quanto riferisce l’Ansa, le indagini, coordinate dalla Procura di Lodi e svolte anche con pedinamenti, in particolare al Tribunale di Vibo Valentia (e non a Reggio Calabria come scritto in un primo tempo) e nei pressi del suo studio legale, hanno accertato che nei cinque anni oggetto d’indagine, il professore aveva partecipato a circa 250 udienze al Tribunale di Vibo Valentia, a 123 davanti al giudice di Pace della stessa città e a tre udienze davanti al Tar di Catanzaro, nei periodi in cui risultava assente per malattia o per altri motivi.

{loadposition facebook}

 

La sua attività come avvocato, continua l’agenzia di stampa, sarebbe stata confermata dalla documentazione amministrativo-contabile: agende, documenti relativi a trasferte e spese di viaggio sequestrati nello studio legale.

Oltre a questo, sono stati trovati certificati medici ritenuti di dubbia attendibilità che attestavano una “lombosciatalgia acuta”, una patologia che dovrebbe esaurirsi al massimo in un mese.

Nel caso del docente-avvocato durava da cinque anni.

Durante l’assenza per malattia o di congedo parentale motivato con l’assistenza al padre, l’arrestato avrebbe viaggiato per tutt’Italia per seguire le varie cause che portava avanti.

 

{loadposition carta-docente}