Home Personale Prof esce prima del suono della campanella nell’indifferenza generale

Prof esce prima del suono della campanella nell’indifferenza generale

CONDIVIDI

Se il prof, al termine delle lezioni, esce dalla classe prima del suono della campanella commette un’infrazione di natura contrattuale. Non solo è manchevole della dovuta sorveglianza dell’uscita degli alunni, ma sottrae minuti preziosi alla lezione.

Norme su doveri dei prof all’entrata e uscita da scuola

Ai sensi dell’art.29, comma 5, del CCNL scuola 2006/2009, confermato dal comma 10 dell’art.1 del CCNL scuola 2016-2018, è stabilito che per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi.

Questa norma obbliga i docenti all’entrata in classe 5 minuti prima dell’arrivo in classe degli studenti. In buona sostanza se le lezioni iniziano alle ore 8.00, il docente deve trovarsi in classe alle ore 7.55, tale norma non è valevole per le ore intermedie dell’orario scolastico, ma soltanto per la prima ora di lezione.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il docente non può uscire dalla classe prima del suono della campanella e, nel caso dell’ultima ora di lezione, deve assistere i suoi studenti all’uscita dall’Istituto e solo dopo può considerarsi libero da obblighi contrattuali.

Caso prof che esce prima del suono della campanella

Alcuni docenti di un Liceo scientifico, progettato in una periferia di una città della Calabria con l’idea di essere un Campus, ci chiedono se è legittimo, per un docente che ha l’ultima ora di lezione, lasciare incustodita la propria classe per uscire 5 minuti prima del suono della campanella. Tale comportamento viene attuato sempre dallo stesso docente, nell’indifferenza generale, in modo da potere evitare la confusione e il traffico dell’orario di punta.

La risposta è ovviamente negativa, il docente non può lasciare in anticipo la classe, nemmeno se dovesse rimanere all’interno dell’Istituto, maggiormente se si mette in macchina e va via. Si tratta di abbandono del posto di lavoro e interruzione di pubblico servizio e si ravvisano anche gli estremi del danno erariale, in quanto il docente, giorno dopo giorno, evade dalla scuola per circa 10 ore annue.

Il fatto che un docente lasci sistematicamente la classe prima del suono della campanella non può sfuggire all’occhio vigile del Dirigente scolastico, che ha l’obbligo di fare rispettare il corretto orario di servizio dei docenti, compresi i 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e il tempo di assistenza dell’uscita da scuola degli studenti.