Home Generale Reschool: una seconda vita ai vecchi pc

Reschool: una seconda vita ai vecchi pc

CONDIVIDI

È nata “Reschool”, il progetto di Legambiente Lazio e Cooperativa Reware per il recupero dei pc dismessi da aziende ed enti pubblici che vengono rigenerati con software libero e in parte messi in commercio per sostenere le piccole cooperative che li rigenerano, in parte consegnati alle scuole di Roma per integrare le aule informatiche.

Un modo anche per evitare il conferimento in isola ecologica di rifiuti, mentre si aiutano le scuole in difficoltà a informatizzarsi grazie a una buona pratica di economia circolare.

Icotea

Progetto “in cui tutti guadagnano – dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – dalle scuole con i pc nuovi alle aziende che evitano costi di smaltimento, dalle cooperative di recupero che possono crescere con economie sane, evitando tonnellate di rifiuti prodotti all’ambiente. Mettiamo a disposizione le nostre sedi per la consegna dei vecchi computer in attesa che la Regione Lazio e Roma Capitale creino centri di riuso dove intercettare i materiali che, invece di diventare rifiuti, possano essere risorse se reinseriti nei circuiti commerciali dell’usato”.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

I computer raccolti dalle aziende presenti e quelli che giungeranno nei centri raccolti, cominceranno a essere distribuiti nelle scuole del IV Municipio per poi spostarsi in tutto il resto della Capitale.