Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Ricorso dirigente: il Tar Lazio respinge la richiesta dei non idonei

Ricorso dirigente: il Tar Lazio respinge la richiesta dei non idonei

CONDIVIDI
  • Credion
Con una motivazione tanto stringata quanto lapidaria: ("Considerato che il bando del concorso in questione consente l’ammissione alle prove scritte previo superamento della prova selettiva per test a risposta multipla; considerato che parte ricorrente non ha superato detta prova propedeutica; pertanto, non sussistono le condizioni per ottenere l’accoglimento della istanza cautelare.") i giudici romani hanno respinto la richiesta di ammissione con riserva al concorso.
A questo punto, considerata anche l’eccessiva laconicità della motivazione, tipica peraltro dei provvedimenti cautelari, ma dalla quale non si evince in alcun modo il motivo per il quale sono state respinte le istanze cautelari, si apre un altro fronte, quello del ricorso in appello al Consiglio di Stato.
Si tratta di una corsa spasmodica contro il tempo per essere inseriti per le prove del 14 e del 15 dicembre.
Comunicato dell’Anief, sull’argomento.

Per visionare le sentenze del Tar Lazio che respingono il ricorso, consulta il box "Approfondimenti" di questa pagina.