Home Attualità Rientro a scuola, anche i genitori dell’Emilia-Romagna ricorrono al TAR

Rientro a scuola, anche i genitori dell’Emilia-Romagna ricorrono al TAR

CONDIVIDI
  • Credion

Continuano i ricorsi al TAR dei genitori degli studenti delle scuole superiori, costretti da ordinanze regionali alla didattica a distanza al 100%, nonostante il Governo abbia dato l’ok al rientro in presenza al 50% dall’11 gennaio (e al 75% dal 18).

Dopo i ricorsi di oltre 70 famiglie catanesi contro l’ordinanza n. 5 del Presidente della Regione, Nello Musumeci, che lo scorso 8 gennaio ha chiuso la scuola in presenza, e dopo la vittoria, anche se parziale, dei genitori lombardi contro l’ordinanza regionale di Attilio Fontana, si segnala anche il ricorso al TAR delle famiglie dell’Emilia Romagna contro il provvedimento di Stefano Bonaccini che ha disposto il posticipo dell’apertura delle scuole superiori al 25 gennaio.

Icotea

Come riporta Repubblica, i ricorrenti sono 21 genitori, a nome dei figli minorenni, di alcune scuole di Bologna. Il provvedimento sarà depositato oggi, 14 gennaio, al tribunale amministrativo al quale, in prima istanza, si chiede di intervenire con urgenza per ripristinare l’apertura. Il decreto del Governo, in vigore dall’ 11 al 16 gennaio, la dispone almeno al 50%.

LE DATE DELLE RIAPERTURE

ESCLUSIVA LA TECNICA DELLA SCUOLA

REGIONERIENTRO A SCUOLA I cicloRIENTRO A SCUOLA superiori
Lombardia07/01/2125/01/21
Veneto07/01/2101/02/21
Piemonte07/01/2118/01/21
CampaniaDall’11/01/2125/01/21
Emilia Romagna07/01/2125/01/21
Lazio07/01/2118/01/21
Toscana07/01/2111/01/21
Sicilia18/01/2101/02/21
Puglia18/01/2118/01/21
Liguria07/01/2118/01/21
Friuli Venezia Giulia07/01/2101/02/21
Marche07/01/2101/02/21
Abruzzo07/01/2111/01/21
Sardegna07/01/2101/02/21
Bolzano07/01/2107/01/21
Umbria07/01/2125/01/21
Calabria11/01/2101/02/21
Trento07/01/2107/01/21
Basilicata07/01/2101/02/21
Valle d’Aosta07/01/2111/01/21
Molise18/01/2118/01/21