Home Attualità Ritorno a scuola, Azzolina: “Si ai test sierologici per il personale. Ho...

Ritorno a scuola, Azzolina: “Si ai test sierologici per il personale. Ho chiesto 80 mila assunzioni al MEF”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina esce allo scoperto: ha detto si ai test sierologici per il personale scolastico. Ma non solo: avrebbe chiesto al MEF 80 mila nuove assunzioni per il 2020/201.

Ritorno a scuola: ok ai test sierologici per docenti e ATA

La Ministra, in audizione alla VII Commissione in Senato, si è detta favorevole alla “possibilità di svolgere test sierologici su tutto il personale, in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico”.

Secondo Azzolina, la misura, “garantirebbe maggior sicurezza sul rientro a settembre”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Quindi, appare piuttosto probabile il via libera alla proposta del Comitato Tecnico Scientifico, che nei giorni scorsi ha chiesto esplicitamente al Governo di effettuare test sierologici a tutto il personale scolastico quindici giorni prima dell’avvio delle lezioni in presenza. Chi risulterà positivo al test dovrà sottoporsi al tampone.

Ho chiesto al MEF 80 mila assunzioni

Ma Lucia Azzolina ha anche annunciato delle possibili novità anche sul fronte immissioni in ruolo: la Ministra afferma di aver chiesto al Mef  “oltre 80mila assunzioni a tempo indeterminato di personale docente per l’anno scolastico 2020/2021“.

A proposito di assunzioni, ricordiamo che il Governo per il rientro a scuola a settembre ha previsto già anche 50 mila docenti in più da utilizzare per il nuovo assetto post covid.

Saranno 50 mila insegnanti a tempo determinato però, che dovranno rientrare nella lista della spesa con “il (ri)trovato” dalla ministra Azzolina e gli altri fondi del Governo. 

Adesso la Ministra vuole alzare la posta per le immissioni in ruolo: 80 mila assunzioni di docenti da assumere in ruolo a settembre. Cosa risponderà il MEF?

Il Movimento Cinque Stelle esulta

Gli esponenti del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura al Senato lanciano parole di soddisfazione. “Fra i vari temi toccati merita di essere evidenziato lo stanziamento di 236 milioni di euro, a valere sui fondi PON, che serviranno ad aiutare oltre 750mila studenti per acquistare libri scolastici digitali e cartacei, dizionari, dispositivi digitali, e altri materiali didattici. Inoltre, accanto all’impegno degli ultimi mesi per bandire i concorsi che porteranno all’immissione in ruolo di 78.000 docenti, è in corso di perfezionamento la richiesta al MEF di oltre 80.000 assunzioni a tempo indeterminato di personale docente per l’anno scolastico 2020/2021. Una cifra importantissima per combattere il problema della ‘supplentite’. È importante poi l’azione annunciata dalla ministra volta a caldeggiare la possibilità di svolgere test sieriologici su tutto il personale scolastico, in vista dell’inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico. Una misura sulla quale deve ovviamente lavorare il Ministero della salute, per definire modalità e tempistiche”.

“Bene infine l’impegno sulla sburocratizzazione, per il rinnovo degli arredi scolastici e per gli interventi di edilizia leggera, misure funzionali al distanziamento ma anche all’innovazione didattica. Su questo fronte è strategica la scelta della ministra di avvalersi dell’esperienza di Domenico Arcuri per le forniture e l’acquisto dei beni strumentali, come ad esempio i banchi singoli. Ma anche l’attribuzione di poteri straordinari commissariali ai sindaci, affinché le procedure di spesa siano portate a termine in modo veloce ed efficace. Ribadiamo la nostra soddisfazione ed l’impegno a supportare ogni azione si renda necessaria in Parlamento, a partire dal prossimo Decreto Semplificazioni”, concludono i parlamentari.
Azzolina ha commentato anche la posizione del commissario straordinario Arcuri: “la facoltà di intervenire, in vista della riapertura delle scuole a settembre per il commissario Arcuri riguarda “l’acquisto, la fornitura e la distribuzione di beni utili a garantire l’avvio dell’anno scolastico in sicurezza. Mi riferisco anche al rinnovo degli arredi scolastici, indicazione già presente nelle Linee guida come misura funzionale al distanziamento e all’innovazione didattica. Per garantire un’azione tempestiva di rinnovo degli arredi nelle scuole che ne avranno bisogno”.
Azzolina pensa all’utilizzo di banchi singoli di nuova generazione, e in tal senso “il supporto del commissario Arcuri sarà indispensabile, in un’ottica di velocizzazione dei processi burocratici. Per questo motivo confermo la soddisfazione per la nomina suddetta”.

 

Preparazione concorso ordinario inglese