Home Attualità Sciopero scuola. Serafini: nostro interlocutore non più Bianchi. Ci chiami Draghi –...

Sciopero scuola. Serafini: nostro interlocutore non più Bianchi. Ci chiami Draghi – DIRETTA

CONDIVIDI

Elvira Serafini, segretaria generale Snals, all’incontro tra i sindacati CgilUil, Snals e Gilda, che hanno indetto lo sciopero scuola del 10 dicembre, ha fatto dichiarazioni durissime: “L’interlocutore diretto oggi non deve essere più il ministero dell’Istruzione, ma altre figure del Governo. Ci chiami il presidente Draghi e faccia le sue proposte”.

Segui la diretta

“Un mare in piena ha fatto traboccare il vaso – ha commentato -. Tutte argomentazioni valide quelle introdotte da Francesco Sinopoli (Flc Cgil). Abbiamo tentato in tutti i modi di essere interlocutori con questo Governo, ma questo Governo ha dichiarato a chiare lettere di volere avviare una stagione nuova per la scuola e di volere mettere al centro del Paese la scuola, salvo poi non fare nulla in questo senso, fiumi di parole”.

Icotea

“Il ministro Bianchi ha detto che avremmo avuto un miglioramento retributivo a 3 cifre, ma non accettiamo il concetto di dedizione“.

E ancora: “Le scuole sono in grande sofferenza anche per il personale Ata, non possiamo permetterci di dire al personale scolastico al 31 dicembre: adesso andate a casa. Tutte le figure siano al proprio posto. La scuola funziona quando ognuno è al proprio posto, quando l’organico della scuola è al completo sul fronte delle segreterie, dei collaboratori scolastici, dei Dsga, degli insegnanti”.