Home Personale Sulle benedizioni pasquali interviene l’USR Emilia-Romagna

Sulle benedizioni pasquali interviene l’USR Emilia-Romagna

CONDIVIDI

La recente sentenza del Tar ha valenza per lo specifico caso portato al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e pertanto non riveste valore erga omnes e non ha effetto estensivo.

Lo ha chiarito il Direttore Generale Stefano Versari dell’USR Emilia-Romagna, rispondendo con una nota ad alcune richieste di Dirigenti Scolastici circa gli effetti della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia-Romagna (Sezione Prima) pubblicata il 10 febbraio scorso.

Icotea

In particolare, i Capi d’Istituto chiedevano all’Ufficio scolastico di esprimersi in merito alla legittimità di delibere dei Consigli di Istituto di istituzioni scolastiche dell’Emilia-Romagna, concernenti l’autorizzazione alla benedizione pasquale degli edifici scolastici.

 

{loadposition bonus}

 

Il Direttore Versari si astiene da qualunque tipo di valutazione della predetta sentenza “che, nei tempi previsti dal legislatore, sarà oggetto di esame tecnico-giuridico da parte dell’Avvocatura dello Stato, anche ai fini dell’eventuale ricorso in Appello”; e precisa che “la Sentenza in esame ha valenza per lo specifico caso portato al vaglio dell’Autorità Giudiziaria. La medesima pertanto non riveste valore erga omnes e non ha effetto estensivo”.

In conclusione, i Consigli di Istituto continueranno dunque a svolgere i compiti loro assegnati dal legislatore, coerentemente con le disposizioni normative vigenti.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola