Home Personale Supplenze brevi e saltuarie: così vengono pagate. Le info utili

Supplenze brevi e saltuarie: così vengono pagate. Le info utili

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Le supplenze brevi e saltuarie sono regolate da un decreto del Miur che concede agli Uffici scolastici territoriali la facoltà di convocare ed assumere del personale docente a tempo determinato, durante l’anno scolastico, (dal 31 agosto fino al 30 giugno) attraverso le graduatorie ad esaurimento. Possono accedere gli aspiranti utilmente collocati in graduatoria che accettino senza riserve la proposta di assunzione.

Si definiscono, invece, annuali, quelle che vengono assegnate quando ad inizio anno scolastico si sa già che la cattedra resterà vacante fino alla fine delle lezioni.

Come vengono pagati i supplenti?

Emissione ed esigibilità

ICOTEA_19_dentro articolo

L’emissione e l’esigibilità rappresentano rispettivamente l’inizio e la fine della procedura relativa al pagamento delle competenze.

Più precisamente l’emissione corrisponde alla fase in cui NoiPa raccoglie ed elabora tutte le informazioni utili al pagamento.

Esistono 3 differenti tipi di emissione:

  • Ordinaria: elaborazione stipendio mensile;
  • Urgente: elaborazione arretrati a credito o stipendi relativi a periodi passati;
  • Speciale: elaborazione competenze personale scuola e volontari Vigili del fuoco e altre tipologie particolari di arretrati.

L’esigibilità rappresenta invece la data in cui viene effettuato l’accredito del pagamento presso il proprio istituto di credito.

Si tratta quindi della fase in cui l’importo spettante si rende disponibile al beneficiario.

Le date di esigibilità sono le seguenti.

  • 23 di ogni mese: rata ordinaria;
  • 27 di ogni mese: rata ordinaria comparto Sanità;
  • entro 10 giorni lavorativi dal termine Emissione Urgente e Speciale.

Dalla stipula del contratto al pagamento: ecco come vengono pagati i supplenti

Quanto guadagna un docente con meno di 18 ore settimanali?

I calcoli saranno approssimativi in quanto non sarà possibile stabilire le detrazioni precise, poiché dipendono dalle addizionali regionali.

I valori dello stipendio medio netto mensile sono questi:

  • supplenza di 2 ore: 175 euro;
  • supplenza di 4 ore: 382 euro;
  • supplenza di 6 ore: 503 euro;
  • supplenza di 8 ore: 785 euro;
  • supplenza di 10 ore: 956 euro;
  • supplenza di 12 ore: 1.057 euro;
  • supplenza di 14 ore: 1.208 euro;
  • supplenza di 16 ore: 1.329 euro;
  • supplenza di 18 ore: 1.460 euro.

Preparazione concorso ordinario inglese