Home Personale Supplenze docenti, A.A.A. cercasi docenti per esaurimento MAD

Supplenze docenti, A.A.A. cercasi docenti per esaurimento MAD

CONDIVIDI

In alcune scuole, soprattutto scuole secondarie di I e II grado del nord Italia, non si trovano supplenti per coprire cattedre vacanti fino al 30 giugno 2020.

Ds mette annuncio pubblico su facebook

Il dirigente scolastico dell’ IS Puecher Olivetti di Rho , scrive un post annuncio su facebook dove cerca docenti di matematica e scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche.

“L’Istituto IS Puecher Olivetti RHO cerca due insegnanti per contratto cattedra piena (18 ore/settimana) fino al termine delle lezioni (quindi a giugno):
– un *insegnante di matematica* (classe di concorso A26: laureati in Laurea vecchio ordinamento in Astronomia, Fisica, Informatica, Ingegneria, Matematica, Scienze dell’informazione, Scienze statistiche, Discipline nautiche; oppure Laurea magistrale/specialistica in Architettura del paesaggio, Architettura e ingegneria edile-architettura, Finanza, Fisica, Informatica, Ingegneria, Matematica, Modellistica matematico-fisica per l’ingegneria, Scienza e ingegneria dei materiali, Scienze dell’universo, Sicurezza informatica, Scienze statistiche, Tecniche e metodi per la società dell’informazione);
– un *insegnante di scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche* (classe di concorso A40: laureati in ingegneria, fisica, informatica, discipline nautiche).
Gli interessati scrivano a [email protected] per ulteriori informazioni”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Situazione drammatica in diverse scuole del nord

Il problema è generalizzato in altre scuole secondarie del nord, soprattutto mancano tantissimi docenti di sostegno provocando problemi notevoli agli studenti disabili e alle loro famiglie. Oltre l’esaurimento della III fascia delle graduatorie di Istituto si sono esaurite, in alcune classi di concorso e per il sostegno, pure le domande di Messa a disposizione.

Rispetto a tale problematica urge una soluzione al problema e l’intervento del Miur a garantire il diritto allo studio e all’assistenza per tutti gli studenti e in particolare per quelli portatori di una disabilità.