Home Personale Turi (Uil): un meccanismo farraginoso basato sull’“etica dello scontrino”

Turi (Uil): un meccanismo farraginoso basato sull’“etica dello scontrino”

CONDIVIDI
  • Credion

È agro-dolce il commento della Uil Scuola sulla nota Miur relativa all’erogazione del bonus da 500 euro per l’aggiornamento di tutto il personale docente di ruolo.

“Quello appena approvato è un provvedimento sul quale era alta la nostra attenzione, sollecitato e atteso. E’ una misura positiva – sottolinea il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi – che riconosce il ruolo professionale degli insegnanti- Viene riconosciuta l’esigenza degli insegnanti ad aggiornarsi individualmente, al di là del meccanismo di formazione che partirà dal 2016”.

Icotea

Per il leader di comparto, tuttavia, “resta il nodo di un meccanismo di applicazione burocratico e farraginoso, basato sull’ ‘etica dello scontrino’. Gli insegnanti – aggiunge Turi – hanno bisogno di fiducia, quella stessa fiducia che le famiglie mostrano, in modo crescente, nei loro confronti”.

 

{loadposition bonus}

 

“La stessa fiducia nella qualità della didattica e nella responsabilità professionale, che ha portato la stragrande maggioranza degli insegnanti a pagare di tasca propria le spese per l’autoaggiornamento. Resta incomprensibile l’esclusione del personale educativo dal bonus dei 500 euro. Ingiustamente discriminato pur avendo la stessa funzione docente”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola