Home Personale 730 precompilato, lo SPID si può chiedere con NoiPA

730 precompilato, lo SPID si può chiedere con NoiPA

CONDIVIDI
  • Credion

Come abbiamo già comunicato, da oggi, 2 maggio 2019, e fino al 23 luglio, è possibile accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web.

Si può accedere alla precompilata anche tramite SPID, il Sistema pubblico di identità digitale che permette di utilizzare tutti i servizi online della PA con un’unica utenza.

Per ottenere SPID, per i dipendenti della Scuola, è possibile usufruire del Servizio NoiPA “Ottieni SPID” che permette di ottenere gratuitamente SPID gestendo l’intera operazione comodamente online, saltando il passaggio di riconoscimento de visu dell’utente presso le sedi dell’Identity Provider.

Il percorso è il seguente: area privata di NoiPA -> “Amministrato/Selfservice/Servizi/Ottieni SPID” oppure direttamente al link: https://noipa.mef.gov.it/group/mypa/ottieni-spid

NoiPA comunque ricorda che il servizio per la dichiarazione dei redditi precompilata è erogato dall’Agenzia delle Entrate pertanto, per informazioni o chiarimenti relativi alla compilazione del modello, è necessario utilizzare i canali di assistenza forniti dall’Agenzia.

Chi può e chi deve presentare il 730

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

Oltre a coloro che sono obbligati a presentare il modello, perché magari hanno conseguito più redditi nel corso del 2018, può utilizzare il modello 730 anche il personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato. Questi contribuenti possono presentare il 730 precompilato direttamente all’Agenzia delle entrate oppure possono rivolgersi al sostituto d’imposta o a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato, se il contratto dura almeno dal mese di settembre dell’anno 2018 al mese di giugno dell’anno 2019.

Icotea

Il 730 si può presentare con diverse modalità e a seconda di quella prescelta, cambiano le scadenze. 

Modello precompilato: scadenze

Il 730 precompilato deve essere presentato entro:

  • l’8 luglio (il 7 è domenica) nel caso di presentazione al sostituto d’imposta
  • il 23 luglio nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle entrate o al Caf o al professionista.

Modello 730 ordinario (non precompilato)

Il contribuente che riceve il modello 730 precompilato non è obbligato ad utilizzarlo. Può infatti presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie (utilizzando il modello 730 o il modello REDDITI).

Il mod. 730 ordinario può essere presentato al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al Caf o al professionista abilitato. I lavoratori dipendenti privi di un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio devono presentare il mod. 730 a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato.

Il 730 ordinario si presenta entro:

  • l’8 luglio (il 7 è domenica) al proprio sostituto d’imposta;
  • il 23 luglio al Caf o al professionista abilitato.

Nel caso di presentazione al sostituto d’imposta il contribuente deve consegnare il modello 730 ordinario già compilato.

Nel caso di presentazione al Caf o al professionista abilitato possono essere richiesti al momento della presentazione della dichiarazione i dati relativi alla residenza anagrafica del dichiarante e il controllo formale è effettuato nei confronti del Caf o del professionista.

Rimborsi o trattenute

A partire dal mese di luglio (agosto per i pensionati), il contribuente riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute.