Home Didattica Al summit Apple su education a Londra, affermazione delle scuole lombarde

Al summit Apple su education a Londra, affermazione delle scuole lombarde

CONDIVIDI
  • Credion

L’assessore all’Istruzione di Regione Lombardia, Valentina Aprea, a margine dell’evento Apple Education Leadership Summit 2017 di Londra, ha avuto parole di elogio per le scuole lombarde che si sono distinte: “Dei sei attori invitati a raccontare le loro esperienze, cinque sono lombardi: l’amministrazione di Seregno, Mantova e, in provincia di Milano, l’Istituto comprensivo statale ‘Don Milani’ di Locate di Triulzi, l’Istituto comprensivo statale ‘Ungaretti’ di Melzo e l’esperienza salesiana del CNOS ad Arese.

Apple ha riconosciuto che gli apprendimenti del sistema lombardo costituito da scuole statali, scuole paritarie e Centri di Formazione Professionale sono diventati più accessibili, mirati e personalizzati.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

Grazie al progetto Generazione Web Lombardia – ha detto ancora Aprea – abbiamo finanziato interventi formativi per sviluppare le competenze digitali degli studenti delle istituzioni scolastiche e formative del II ciclo. Ci siamo rivolti a scuole ed istituti di formazione professionale, che hanno scelto di adottare gli e-book al posto dei tradizionali libri di testo cartacei e che possono contare sull’esperienza di docenti in possesso di competenze digitali. Modificare gli ambienti di apprendimento e aumentare le competenze degli insegnanti e degli studenti nella didattica digitale, sono stati gli obiettivi strategici di fondo che hanno accompagnato il progetto sul quale abbiamo investito circa 45 milioni di euro.

In totale, sono state 23 le scuole premiate da Regione con contributi fino a 50 mila euro”.

“Per rendere più efficace e completa la politica di Generazione Web – ha sottolineato l’assessore regionale – Regione Lombardia ha anche investito circa 3 milioni di euro per la formazione digitale degli insegnanti delle scuole lombarde, coinvolgendo 963 scuole riunite in 94 reti per un totale di 14.311 docenti formati”.