Home Alunni Arriva il PON Cittadinanza europea, scadenza 26 maggio 2017

Arriva il PON Cittadinanza europea, scadenza 26 maggio 2017

CONDIVIDI

Il 31 marzo il Miur ha pubblicato l’Avviso pubblico per il potenziamento della Cittadinanza europea, nell’ambito dei PON 2014/2020 di cui all’avviso quadro del 31 gennaio scorso.

L’azione mira a rafforzare, in studenti e studentesse, la conoscenza e la consapevolezza dell’idea di cittadinanza europea, intesa come appartenenza ad una cultura, a valori, a una storia e a un percorso comune. L’obiettivo è da perseguire sia attraverso momenti formativi, aperti a tutti gli studenti, sia attraverso la possibilità, condizionata a tale percorso, di fare esperienze di scambio e di mobilità all’estero.

Icotea

Gli interventi formativi previsti nell’avviso sono di conseguenza finalizzati anche al rafforzamento degli apprendimenti linguistici attraverso azioni di internazionalizzazione dei sistemi educativi e mobilità, anche a potenziamento e complementarità con il Programma Erasmus +.

 

{loadposition carta-docente}

 

Possono partecipare all’avviso le istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e di secondo grado appartenenti a tutte le Regioni, nonché alla Provincia autonoma di Trento.

Per quanto riguarda le istituzioni scolastiche della Regione Valle d’Aosta e della Provincia autonoma di Bolzano, le stesse saranno destinatarie di una specifica procedura.

Relativamente alla sotto azione 10.2.3B “Potenziamento linguistico e CLIL” destinatari sono le studentesse e gli studenti – minimo 15 – delle istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e di secondo grado frequentanti gli ultimi 2 anni della scuola secondaria di primo grado ovvero gli ultimi 3 anni della scuola secondaria di secondo grado.

Invece, riguardo alla sotto azione 10.2.3C “Mobilità transnazionale”, destinatari sono le studentesse e gli studenti – massimo 15 – delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado frequentanti gli ultimi 3 anni della scuola, in considerazione del fatto che tale sotto-azione prevede l’utilizzo dei costi standard del Programma Erasmus plus per quanto riguarda il vitto, l’alloggio e il trasporto. Viene richiesta per gli studenti una formazione linguistica che abbia già raggiunto il livello B1.

Per la Sotto azione 10.2.3B i massimali di progetto sono i seguenti:

A. Potenziamento linguistico

Euro 11.00,00 (1 modulo)

Euro 22.000,00 (2 moduli)

B. Competenze di cittadinanza europea

Euro 6.000,00 (1 modulo obbligatorio).

Per la Sotto azione 10.2.3C sono invece:

A. Mobilità trasnazionale

Euro 45.000,00 (1 modulo)

B. Competenze di cittadinanza europea

Euro 6.000,00 (1 modulo obbligatorio).

Le scuole interessate hanno tempo dalle ore 10 del 17 aprile alle ore 15 del 26 maggio per presentare le proprie proposte progettuali.

 

{loadposition facebook}