Home Mobilità Assegnazioni provvisorie, sarebbe passata la linea di non vincolare i docenti

Assegnazioni provvisorie, sarebbe passata la linea di non vincolare i docenti

CONDIVIDI

Sarebbe, se confermata, una bellissima notizia per i docenti vincolati. Alla domanda di assegnazioni provvisoria 2022-2023 potrebbero partecipare tutti i docenti anche quelli immessi in ruolo nel 2020-2021 e nel 2021-2022.

I tempi previsti

La notizia sta circolando in ambienti sindacali e avrebbe il via libera da parte del Ministero dell’Istruzione. Nella prossima settimana sarà firmato o forse è già stato firmato in queste ore il CCNI utilizzazioni 2022-2023, ovvero si tratta del prolungamento di un anno del CCNI mobilità annuale 2019-2022 e le domande potrebbero essere presentate dal 27 giugno al 9 luglio 2022. Chiaramente le date sono solamente indicative e potrebbero avere delle modifiche, ma resta il fatto che tra fine giugno e la prima decade di luglio si chiude questa partita.

Icotea

Motivi per presentare istanza

Bisogna ricordare che ai sensi dell’art.7, comma 1, del CCNI utilizzazioni 2019-2022, che a quanto pare verrà integralmente confermato, i motivi di richiesta per l’assegnazione provvisoria dei docenti di ogni ordine e grado saranno:

  • ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario;
  • ricongiungimento al coniuge o alla parte dell’unione civile o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica;
  • gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da idonea certificazione sanitaria;
  • ricongiungimento al genitore.