Home Alunni Bagnasco: veramente scomparsi i libri gender a scuola?

Bagnasco: veramente scomparsi i libri gender a scuola?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Lo chiede il cardinale Angelo Bagnasco che, aprendo il Consiglio Cei, sottolinea che con la loro diffusione “si vuole colonizzare le menti dei bambini e dei ragazzi con una visione antropologica distorta e senza aver prima chiesto e ottenuto l’esplicita autorizzazione dei genitori”.

 

 

ICOTEA_19_dentro articolo

{loadposition eb-pof}

 

 

“Si dice famiglia, ma si pensa a qualunque nucleo affettivo a prescindere dal matrimonio, che ne riconosce in modo impegnativo la pubblica valenza, e dai due generi. Si parla dei figli come se fossero un diritto degli adulti e un oggetto da produrre in laboratorio, anziché un dono da accogliere.”

“Non è inutile ricordare che – anche se la maggior parte dei genitori fosse d’accordo – chi non lo è ha il diritto di astenere i propri figli da quelle ‘lezioni’ senza incorrere in nessuna forma, né esplicita né subdola, di ritorsione, come sta invece accadendo in qualche Stato vicino a noi”, sottolinea Bagnasco. “L’educazione della gioventù – aggiunge – è talmente delicata e preziosa che non ammette ricatti o baratti di nessun tipo e in nessuna sede. Noi vescovi su questo saremo sempre in prima linea a qualunque costo”.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese