Home Personale Borse di studio universitarie INPS, domande entro il 1° marzo 2021

Borse di studio universitarie INPS, domande entro il 1° marzo 2021

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Anche quest’anno l’INPS ha pubblicato il bando di concorso “Borse di Studio per Corsi Universitari di laurea e Corsi Universitari di specializzazione post lauream” relativo all’anno accademico 2018 – 2019.

Il bando è destinato a figli o orfani ed equiparati:

  • degli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • degli iscritti al Fondo Ipost.

Le borse a concorso sono più di 9.000 e variano tra i 1.000 e i 2.000 euro.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per poter essere ammesso al concorso, lo studente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • età inferiore ai 32 anni alla data di scadenza del Bando;
  • non aver già fruito, per l’anno accademico 2018/2019, di altre provvidenze analoghe erogate dall’Istituto, dallo Stato, dagli Enti regionali per il diritto allo studio universitario o da altre Istituzioni pubbliche o private di valore superiore al 50 % dell’importo della borsa di studio messa a concorso;
  • non essere risultati vincitori del Bando INPS “Collegi Universitari” per l’anno accademico per il quale si concorre.

Gli studenti che concorrono all’assegnazione delle borse di studio per corsi universitari di laurea devono inoltre essere in possesso dei seguenti e ulteriori requisiti:

  • non essere stati studenti ripetenti o iscritti fuori corso nell’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver sostenuto tutti gli esami previsti dal piano degli studi scelto e approvato dall’Ateneo, relativi all’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver conseguito tutti i crediti previsti dagli ordinamenti dei rispettivi corsi o del proprio piano di studi, in relazione all’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver conseguito una media ponderata minima di 24/30 (data dalla somma dei voti di ogni esame, moltiplicata per il numero di CFU “crediti formativi universitari” di ogni esame, divisa per la somma di tutti i CFU conseguiti, escludendo i CFU degli esami senza votazione in trentesimi);
  • nel caso di conseguimento del diploma di laurea nel medesimo anno accademico per il quale si concorre, aver riportato una votazione non inferiore a 88 su 110 o equivalenti.

SCARICA IL BANDO

Preparazione concorso ordinario inglese