Home Personale Come predisporre il PTOF 2019/2022

Come predisporre il PTOF 2019/2022

CONDIVIDI

Con la nota 8351 del 12 novembre 2018 il Miur ha fornito i materiali e le indicazioni utili per la predisposizione del PTOF 2019-2022 attraverso la piattaforma in ambiente SIDI.

Ricordiamo che quest’anno viene proposta una struttura di riferimento per la predisposizione del PTOF, che le scuole potranno autonomamente decidere di utilizzare. Inoltre, la normale scadenza di fine ottobre per l’elaborazione del documento, è stata slittata all’avvio delle iscrizioni al prossimo anno scolastico, quindi il PTOF deve essere elaborato entro il 7 gennaio 2019.

Lo stesso Ministero ha anticipato che a giorni saranno pubblicate le prime FAQ nella piattaforma PTOF per rispondere alle richieste delle scuole.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per quanto riguarda, invece, la richiesta di riapertura del RAV da più parti avanzata, per consentire alle scuole di indicare le priorità e i traguardi rispetto ai quali costruire il PdM per il triennio 2019-2022, contenuto obbligatorio del PTOF che si sta andando a predisporre, il Miur spiega  che la piattaforma RAV sul portale SNV sarà riaperta, come di consueto, nella prossima primavera, per predisporre il RAV 2019. Tuttavia le scuole che decidono di adottare la struttura del PTOF presente sul SIDI, attraverso la predisposizione della sottosezione “Priorità desunte dal RAV” presente nella sezione 2 della piattaforma (“Le scelte strategiche”), possono anticipare l’individuazione delle Priorità e dei Traguardi del RAV 2019. In questo modo, sarà possibile definire attraverso la sottosezione “Piano di Miglioramento” i conseguenti percorsi di miglioramento per il triennio 2019-2022.

Le Priorità e i Traguardi così definiti saranno automaticamente riversati nella piattaforma RAV del SNV, per cui la scuola, quando il RAV 2019 sarà riaperto, troverà precaricato quanto indicato ora nella piattaforma PTOF. In questo modo, i due documenti risulteranno coerentemente costruiti e dialoganti.

CONDIVIDI