Home Personale Concorso docenti e TFA terzo ciclo, Ranieri (Uil): dal Miur troppi indugi

Concorso docenti e TFA terzo ciclo, Ranieri (Uil): dal Miur troppi indugi

CONDIVIDI

Nessuna conferma sulla pubblicazione dei bandi di concorso e sui punteggi assegnati alle prove, né sulle modifiche alle ultime alle classi di concorso.

Per i sindacati della scuola è stato davvero deludente l’incontro tenuto al Ministero dell’istruzione il 18 febbraio. “Ci aspettavamo notizie e dati precisi su almeno tre fronti: la pubblicazione dei bandi, i punteggi da assegnare alle prove, in particolare ai quesiti della verifica scritta, e le modifiche apportate alle nuove classi concorsuali e sulle nuove confluenze che preoccupano non poco i docenti. Invece, non è arrivato nulla”, ci dice Noemi Ranieri della Uil Scuola, presente all’incontro.

Icotea

“L’Amministrazione si è limitata a fornire dei dati sulla ripartizione dei posti per classi di concorso, per ambiti e per regioni”, continua Ranieri. E ancora: “pensavamo fosse terminato il tempo dei rimandi, perché se esiste la volontà di concretizzare le assunzioni a settembre attraverso il concorso per il prossimo anno bisogna trasformare gli annunci in fatti”.

 

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM!

 

La sindacalista ricorda che è positivo “il ripensamento su due prove di inglese, che saranno a risposta chiusa, ma serviva capire quanto andranno ad influire gli esiti di tali domande sulla prova complessiva. Qualora si applicasse un punteggio considerevole, i quesiti in inglese farebbero comunque da ago della bilancia e questo non sarebbe un dato positivo”.

Ranieri, ricorda anche che sul sito della Uil Scuola, si sottolinea che “le procedure saranno circa 110, a fronte delle 18 del concorso 2012, su base regionale o multiregionale. Il numero più consistente di posti di colloca su italiano storia e geografia nella secondaria di primo grado con 5.111 posti, che sommati ai 3.006 posti di lettere nel secondo grado determinano un totale di 8.117 posti dell’ambito AD 4. Per il giapponese e il design del vetro ci sarà un solo posto”.

 

{loadposition bonus_1}

 

“Complessivamente i posti sono 63.712, di cui 6.101 per i sostegno, 17.299 per la scuola primaria e 6933 della scuola dell’infanzia.
506 posti saranno successivamente messi a bando per la classe A023 l’italiano come lingua seconda”.

Ranieri su sofferma spoi “sul bando per 552 posti per le discipline coreutiche: sarà bandito successivamente all’espletamento del terzo ciclo di TFA”.

Per tutta questa procedura abilitante, il terzo ciclo TFA, aggiunge che “è stato nominato un comitato tecnico nazionale che ha avviato i lavori. Nella confusione generale non è chiaro se nel bando sarà prevista una salvaguardia per i docenti di scuola dell’infanzia, vincitori del concorso 2012 penalizzati dalle mancate assunzione nell’organico potenziato. A questi occorre dare certezze”, conclude Ranieri.

 

{loadposition facebook}