Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Concorso DS in Lombardia: aspettando la sentenza del CdS

Concorso DS in Lombardia: aspettando la sentenza del CdS

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Visto il decreto del Presidente del Consiglio di Stato – Sezione Sesta – n. 5836/2012 del 3 agosto 2012 con il quale, in accoglimento del ricorso proposto dall’Amministrazione scolastica per la riforma della sentenza breve del TAR Lombardia 2035/2012, considerata la sussistenza dei presupposti di gravità e urgenza, stante l’imminenza dell’inizio dell’anno scolastico, l’Usr Lombardia è stato autorizzato all’effettuazione degli adempimenti preparatori delle nomine dei vincitori di concorso fino all’approvazione della graduatoria di merito definitiva, e alla programmazione delle convocazioni degli aventi diritto. 
Per quanto riguarda l’approvazione della graduatoria di merito definitiva, è utile notare che nel decreto n. 477 del 27 agosto 2012, pubblicato dall’Usr Lombardia, all’articolo n. 3 si fa un preciso riferimento al fatto che l’eventuale adozione dei provvedimenti di nomina resta subordinata all’esito dell’esame collegiale della controversia da parte del Consiglio di Stato stesso. Di conseguenza, oggi 28 agosto 2012, si vedrà se tali autorizzazioni concesse all’Usr Lombardia siano state utili o meno per l’assunzione prima dell’ uno settembre dei 406 aspiranti Ds in attesa di nomina. 
Circolano molte voci sull’esito della famigerata questione delle buste trasparenti, e in questo clima di toto sentenze, tentiamo di evidenziarne una, che in pratica esprime un compromesso amministrativo di una situazione oltremodo ingarbugliata. L’ipotesi, tutta da dimostrare, si fonda sul fatto che il CdS possa autorizzare le nomine dei vincitori lombardi e, contemporaneamente, possa eventualmente disporre che ogni ricorso sia esaminato individualmente, per verificare l’esistenza di motivi fondati per l’ammissione alla prova orale del singolo ricorrente.
Questa è una delle tante ipotesi discusse nel web, quindi non ci resta che aspettare qualche ora, per vedere risolto uno dei tanti rebus che hanno contraddistinto una procedura concorsuale da rivedere.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese