Home Personale Concorso per dirigenti scolastici 2011, in Toscana ancora proteste

Concorso per dirigenti scolastici 2011, in Toscana ancora proteste

CONDIVIDI

Tornano a protestare i docenti vincitori del concorso per dirigenti scolastici del 2011, dopo il parziale annullamento del bando, 16 di loro sono stati bocciati in seguito alla ricorrezione degli scritti. Un gruppo di dirigenti scolastici hanno condotto, a Firenze, un presidio davanti alla sede dell’ufficio scolastico regionale della Toscana: si sono detti pronti a dar battaglia contro la ‘revisione’ del concorso ed hanno anche espresso timori per ulteriori ‘bocciature’ che potrebbero arrivare agli orali dalla seconda tornata selettiva.

Ricordiamo che il concorso, che portò all’assunzione di ruolo di 110 presidi, era stato parzialmente annullato dal Consiglio di Stato per irregolarità nella composizione della commissione giudicatrice. Una delegazione di presidi e della Cgil è stata ricevuta dal direttore scolastico regionale facente funzione, che, si è preso l’impegno di rappresentare la vicenda al Miur.

Icotea

 

{loadposition eb-dirigente}

 

Come spiegato, all’Ansa, dal segretario regionale della Flc Cgil Alessandro Rapezzi “questa è solo la prima tranche. La commissione è stata rinominata con le stesse caratteristiche e ha stravolto i giudizi dati precedentemente, intervenendo sul merito dei compiti. La contestazione riguardava invece atti formali, ovvero la costituzione della commissione giudicante stessa. Nessuno ha giudicato illegittime le prove d’esame e gli esiti”. Per questo, secondo i presidi e la Cgil “è necessaria una soluzione politica che sia caso per caso”.

In Toscana da due anni, lamentano ancora i presidi, “manca il direttore scolastico regionale, che è di nomina del ministero”. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola