Home Personale Concorso presidi: a Firenze proteste in Prefettura contro l’annullamento della selezione del...

Concorso presidi: a Firenze proteste in Prefettura contro l’annullamento della selezione del 2012

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Sembra non esserci fine per l’ultimo concorso per dirigenti scolastici, in particolare per le selezioni svolte in Toscana. Ad altre tre anni dallo svolgimento delle preselezioni, il 16 gennaio un gruppo di vincitori di quel concorso ha protestato con un flash mob davanti alla Prefettura di Firenze contro l’annullamento, nel 2014, dell’esito deciso nel 2013.

La nostra esclusione, quanto è accaduto, hanno spiegato i docenti vincitori del concorso, è stata causata da “un errore dell’amministrazione pagato da noi”. A causa di tale annullamento hanno ‘perso il posto’ 112 dirigenti scolastici reputati inizialmente vincitori.

 

ICOTEA_19_dentro articolo

{loadposition eb-dirigente}

 

“Adesso stiamo seguendo con la massima attenzione il ‘rifacimento’ del concorso – ha spiegato uno dei dirigenti scolastici, Loodovico Arte – se verranno commesse nuove irregolarità nei confronti di qualcuno, partiranno subito azioni legali”.

Contro l’annullamento del concorso, nei mesi scorsi, i presidi avevano dato vita ad una serie di vivaci azioni di protesta: tra queste, anche una lettera al premier Matteo Renzi.

 

{loadposition corso-ds}

 

A sostenere la contestazione del 16 gennaio c’erano anche i sindacati Cgil, Cisl e Anp: nell’ambito della manifestazione è stata esposta un’altra rivendicazione della categoria dei presidi, la “revoca delle decurtazioni salariali imposte recentemente dal Ministero dell’Economia sui nostri stipendi: non ci lamentiamo per avere più soldi, vogliamo solo che ci sia dato ciò che ci spetta”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

 

Preparazione concorso ordinario inglese