Home Formazione iniziale Coronavirus, docenti neoassunti: come concludere l’anno di prova

Coronavirus, docenti neoassunti: come concludere l’anno di prova

CONDIVIDI

Con la nota 7304 del 27 marzo 2020, il Ministero dell’Istruzione ha fornito indicazioni operative alle scuole e al personale per lo svolgimento delle attività di formazione in servizio dei docenti, dei docenti neo immessi in ruolo e dei dirigenti scolastici neo assunti.

LEGGI: Coronavirus, formazione docenti e presidi: nota operativa del Ministero dell’Istruzione

Icotea

Con riferimento, in partiucolare, al personale impegnato con l’anno di prova nell’a.s. 2019/2020, Indire ha sintetizzato i pricipali elementi da tenere in considerazione:

  • Laboratori formativi: saranno gestiti a distanza attraverso tecnologie telematiche sincrone e asincrone. Rimanendo invariata la complessiva durata di 12 ore de dedicare a tale attività, si suggerisce la frequenza a due soli laboratori, posto che l’impegno equivalente a distanza è maggiore e al fine di “dedicare un tempo adeguato sia alle attività in sincrono (video lezioni, interazione nella classe virtuale, ecc.) sia ai momenti di preparazione, studio personale e rielaborazione, con un feedback finale assicurato dal formatore. Il ruolo del formatore dovrà essere improntato a facilitare le relazioni tra i docenti neoassunti, anche in questo nuovo contesto formativo.” L’infrastruttura tecnica e applicativa e il supporto di tutoraggio online sono da assicurare a cura della scuola polo. È disponibile nella sezione Toolkit del sito indire.it un esempio, non vincolante, di articolazione di un possibile Laboratorio formativo il cui svolgimento ha una durata equivalente di circa 6 ore.
  • Peer to peer: si suggerisce di condurre le attività di peer to peer (co-progettazione, osservazione reciproca e rielaborazione tra tutor accogliente e docente in anno di prova) relativamente alle occasioni di didattica a distanza che ciascun docente sta mettendo in atto nelle reciproche classi. È disponibile nella sezione Toolkit del sito del sito indire.it una griglia esemplificativa per il supporto all’osservazione reciproca per la didattica a distanza.
  • Visiting in scuole innovative: si suggerisce di condurre tale attività sperimentale prendendo contatto online con le buone pratiche di innovazione segnalate dagli USR e condivise dalle scuole, anche per far fronte al momento di emergenza.

Al momento sono confermate le indicazioni in merito alla valutazione dell’anno di formazione, così come definite nella configurazione prevista dal D.M. 850/2015, rimandando a successiva eventuale nota che potrà fornire ulteriori precisazioni.

La nota raccomanda infine la cura della raccolta della documentazione online che confluisce nel “dossier finale” dell’anno di formazione e prova attraverso i servizi offerti dall’ambiente neoassunti.indire.it.

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Nuovo Modello Autodichiarazione 26.03.2020 Editabile

LE FAQ UFFICIALI

Coronavirus e scuole chiuse, tutto quello che c’è da sapere: norme e info utili