Home Alunni Covid, attività teatrali a scuola: quali regole?

Covid, attività teatrali a scuola: quali regole?

CONDIVIDI
  • Credion

È possibile svolgere attività teatrali che coinvolgano gli alunni in orario curricolare o extracurricolare? Con quali accorgimenti specifici per contenere il rischio di contagio?

A questa domanda ha risposto l’USR Veneto con una faq aggiornata al 16 dicembre scorso, a seguito della nota del MI del 14 dicembre.

Icotea

L’USR afferma che le attività teatrali, assimilabili a quelle di tipo laboratoriale, potranno essere svolte nel rispetto delle misure previste dai protocolli scolastici e coerentemente a quanto riportato nel DPCM 3 novembre 2020 – scheda tecnica “Produzioni teatrali”.

Tali misure possono riassumersi nel rispetto del distanziamento minimo raccomandato, pari ad 1 m, in particolare nelle fasi di ingresso/uscita dai locali, durante le pause, al termine delle prove e negli spazi comuni; nell’individuazione di percorsi atti a ridurre le interferenze; nel corretto utilizzo della mascherina chirurgica e nell’adeguata aerazione dei locali, in presenza di attività che non garantiscano il rispetto del distanziamento minimo.

L’USR sottolinea anche l’importanza di garantire idonea igienizzazione di locali e attrezzature, prevedere l’uso di guanti per la manipolazione degli oggetti di scena e da parte di eventuali addetti ai costumi o al trucco, vietare la condivisione dei costumi.

Non servità il Green pass per gli studenti impegnati nelle attività teatrali, mentre sarà necessario per tutti i soggetti esterni coinvolti a diverso titolo nello svolgimento delle attività e nelle relative rappresentazioni, inclusi i familiari degli studenti.