Home Alunni Dispersione: 27 milioni per progetti non profit

Dispersione: 27 milioni per progetti non profit

CONDIVIDI

Il Fondo di beneficenza di Intesa Sanpaolo ha erogato quasi 27 milioni di euro per progetti di enti non profit, con una dotazione di oltre 13,5 milioni per il 2019 a sostegno di iniziative tra le quale spiccano quelle contro la dispersione scolastica, una delle tre aree di intervento del Fondo per il biennio 2019-2020, insieme alla violenza sulle donne e sui minori e alla demenza senile. 

Progetti di inclusione

La notizia è del Sole 24 Ore che riporta l’evento, svoltosi a Milano: “Presenti…inclusi: Esperienze e progetti di inclusione sociale e contro la dispersione scolastica” per offrire agli enti impegnati in questo settore la possibilità di incontrarsi e di conoscere i progetti sociali destinati alla formazione, anche professionale, e al lavoro, con una particolare attenzione a quelle persone tra i 15 e i 29 anni che né studiano né lavorano.

Dispersione

L’obiettivo è quello di contrastare la  dispersione che, secondo gli ultimi dati Istat interessa in Italia il 14% dei giovani tra i 18-24 anni. In assenza di istruzione – sottolinea una nota – spesso le precarie condizioni delle famiglie di provenienza spingono a un inserimento dei ragazzi precoce nel mondo del lavoro senza basi efficaci, quindi in forza lavoro poco qualificata o sfruttata. 

ICOTEA_19_dentro articolo

Le erogazioni prevedono liberalità territoriali (fino a un importo massimo di euro 5mila), per il sostegno di progetti e iniziative di impatto locale, e liberalità centrali (fino a un massimo di euro 500mila), a supporto al sostegno di progetti di più ampio rilievo. Tutte attività realizzate nell’ambito dell’adesione del Gruppo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 dell’Onu.