Home Personale DSGA, 1476 posti sono rimasti liberi. Serve un concorso ordinario e riservato

DSGA, 1476 posti sono rimasti liberi. Serve un concorso ordinario e riservato

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La situazione per quanto riguarda i DSGA continua ad essere molto complicata: ad oggi infatti, i posti liberi in organico di diritto risultano essere ben 1.476.

Normalmente, per sopperire alla mancanza di DSGA si utilizzano assistenti amministrativi ATA, ma in alcune regioni il numero delle scuole senza DSGA è più alto rispetto al numero degli Assistenti che possono prendere l’incarico di utilizzazione e gli Uffici Scolastici Regionali, segnala la Flc Cgil, stanno procedendo con richieste di sostituzione nei confronti di Assistenti Amministrativi provenienti da altre regioni.

ICOTEA_19_dentro articolo

La domanda che si pone il sindacato è questa: perché non viene ancora bandito un concorso DSGA?
I concorsi non sono più stati effettuati dal 2000, ricorda il sindacato guidato da Francesco Sinopoli e il Dipartimento della Funzione Pubblica e il MEF hanno bloccato la mobilità professionale, impedendo la possibilità di avere una figura apicale in pianta stabile, indispensabile nella scuola.

Nel frattempo il Ministero infatti, ha utilizzato personale facente funzione, che gli costa meno e lasciando comunque un vuoto in molte regioni.
Pertanto risulta indispensabile un concorso DSGA, al cui interno però devono essere inclusi, con una quota riservata, gli assistenti amministrativi facenti funzione, anche se privi del titolo di studio previsto per la posizione.

Su questo sito abbiamo anche veicolato la proposta di un lettore di Roma che, in attesa di un concorso, proponeva di passare tutti gli ATA facente funzione DSGA tramite un corso di formazione, allo scopo di coprire tutti i posti liberi. E a costo zero per l’amministrazione.

{loadposition facebook}

Preparazione concorso ordinario inglese