Home Personale E’ scomparso per i presidi il diritto alle ferie?

E’ scomparso per i presidi il diritto alle ferie?

CONDIVIDI
  • GUERINI

E’ scomparso per i presidi il diritto alle ferie? 

Una domanda non oziosa, ovviamente. Perché questo è ciò che è avvenuto questa estate: tra scrutini di giugno, esami di maturità sino al 10 luglio, poi gestione degli organici, mai definitivi, classi accorpate, i due PON ed il corso del PON3 sulla cultura digitale, la lista dei docenti per le “chiamate” sempre ballerine (sino a versioni l’ultimo giorno (18 agosto), le cattedre da costruire senza alcuni punti fermi, la logistica degli spazi da ridefinire. Ed i genitori che, di continuo, o si lamentano o chiedono-pretendono spazio per nuove iscrizioni. Una estate così, dopo un anno così, non mi era mai capitata.

Icotea

Insomma, una sola settimana di ferie ho avuto la ventura di riservare per me e per la mia famiglia.

Sommando le ferie non fatte, con i 50 giorni accumulati negli scorsi anni, facile fare il corso di un diritto non fruito. Non per volontà personale, ma per le complicazioni via via crescenti.

Qualcuno la chiama etica della responsabilità, qualcun altro in modo non riferibile.

Quasi a dire: “te lo sei voluto”.

Così, infatti, mi ha risposto un applicato di segreteria, giorni fa. Ed io non ho reagito, oltre il lecito.

Altro modo per ribadire che, nella vita, lo stile non è acqua. Per chi ha orecchie da intendere.

E se poi moltiplichiamo il tutto per due, vista la reggenza di un secondo liceo? Senza dimenticare il bonus premiale, secondo i criteri stabiliti dal Comitato.

La vera “buona scuola” dovrebbe partire dalle persone, dalla loro valorizzazione, non dalla loro riduzione a meri burocrati, chiamati ad inseguire la vecchia “democrazia delle circolari”.

Chi ricorda più l’autonomia, al di là del nome altisonante?

L’unica luce in questa nebbia è la famosa “chiamata”, una bella esperienza che ho sperimentato con un colloquio con tutti i docenti candidati.

Per il resto, i soliti problemi, complicati oltre misura. E le ferie non-fatte?