Home Attualità Edilizia, per ideare 52 nuove scuole si chiederà consiglio agli studenti

Edilizia, per ideare 52 nuove scuole si chiederà consiglio agli studenti

CONDIVIDI
  • Credion

Al Miur arrivano le gare studentesche sul tema dell’edilizia scolastica innovativa.

Il 31 maggio e 1° giugno, un gruppo di studenti proverà ad immaginare i nuovi ambienti scolastici del futuro.

Icotea

Il primo Hackathon sull’edilizia scolastica, organizzato dal Miur in collaborazione con l’Indire, prenderà il via il 31 maggio dalle ore 10.30 presso la Sala della Comunicazione del Ministero: coinvolgerà gli studenti delle scuole beneficiarie del finanziamento #ScuoleInnovative, il bando per la costruzione di 52 nuovi istituti scolastici sostenibili e a misura di studente.

A dare il suo in bocca al lupo agli studenti arrivati Miur per la competizione sarà il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, che incontrerà i partecipanti nel pomeriggio.

Mentre dalla prossima settimana prenderà il via il tour del Miur per illustrare sul territorio il bando #ScuoleInnovative.

Si parte con le prime tre tappe: il 6 giugno a Monreale (Palermo); il 10 giugno a Lucca; il 13 giugno a Montemiletto (Avellino).

L’evento – spiega il Miur – prevede due distinte competizioni.

Le scuole del primo ciclo saranno impegnate, nell’arco dei due giorni, presso le loro sedi, ad elaborare proposte sulla loro idea di scuola innovativa.

 

{loadposition eb-abc-sicurezza}

 

Ogni istituto dovrà scegliere i due elaborati migliori fra disegni, temi, racconti, fotografie, videoclip e qualsiasi altra modalità, anche innovativa, che possa rappresentare al meglio la creatività degli alunni.

Le migliori cinque proposte riceveranno un premio pari a 35.000 euro ciascuna, destinato alla realizzazione di spazi laboratoriali all’interno della nuova scuola.

Per quanto riguarda il secondo ciclo d’istruzione, ogni scuola invierà all’Hackathon di Roma quattro studenti: i partecipanti saranno suddivisi in gruppi di lavoro misti, composti da ragazzi di scuole diverse.

Ai gruppi verrà assegnata una “sfida progettuale” sul tema dell’edilizia scolastica innovativa: dall’ideazione di nuovi spazi comuni di apprendimento (laboratori, palestre, bacheche, atrii, cortile, auditorium) all’individuazione delle nuove dotazioni per le scuole del futuro.

Al termine delle attività di co-progettazione, ogni gruppo presenterà la propria proposta dinanzi ad una Commissione di valutazione, della quale sarà membro anche l’architetto Mario Cucinella, che individuerà il gruppo di lavoro vincitore. Gli istituti di appartenenza di tutti i ragazzi inseriti nella squadra vincitrice riceveranno un premio di 35.000 euro ciascuno.

 

{loadposition eb-scuola-italia}

 

{loadposition facebook}