Home Personale Esami II ciclo, nomina e compiti del referente del plico telematico

Esami II ciclo, nomina e compiti del referente del plico telematico

CONDIVIDI

Anche per gli esami di Stato conclusivi dell’anno scolastico 2014/2015 è confermato il plico telematico per la trasmissione delle prove d’esame.

A partire da domani, 23 aprile, e fino al 28 maggio (chiusura delle funzioni SIDI) i Dirigenti scolastici dovranno procedere alla nomina e all’abilitazione dei referenti di sede.

Icotea

Come spiegato nella nota prot. n. 1382 del 21 aprile 2015, Il referente dovrà essere scelto tra il personale docente e/o il personale non docente con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata annuale e deve essere in possesso di basilari competenze informatiche (accesso a Internet, scarico files, lettura e archiviazione files, collegamento con stampante e stampa documenti). Il personale individuato come referente di sede non può partecipare alle operazioni d’esame né come presidente né come commissario né per altre funzioni di vigilanza e supporto.

Il referente di sede, in linea di massima una settimana prima delle date fissate per gli esami, dovrà accedere ad una apposita funzione sul SIDI, per ottenere Codice Utente e Password, da conservare, e da utilizzare per l’apertura dell’applicazione. Oltre a questi dati, per decifrare il contenuto del Plico telematico sarà necessaria un’ulteriore chiave, detta Chiave Ministero, differente tra prima, seconda e quarta prova; tale chiave sarà comunicata solo la mattina della relativa prova scritta.

All’interno del Plico telematico saranno disponibili, come già effettuato lo scorso anno, nel formato e nelle caratteristiche richieste dalle scuole, le prove per i candidati con disabilità visive.

La mattina dell’esame, prima delle 8,30, il presidente o i presidente di commissione (o rispettivi delegati) si recano nel luogo in cui è stata allestita la postazione di lavoro dedicata al Plico telematico. Il referente di sede attiverà l’applicazione, utilizzando il Codice Utente e la Password in suo possesso.

Per la decriptazione dei testi, il presidente di commissione e il referente di sede dovranno inserire la Chiave Ministero, comunicata alle ore 8,30 di ciascuna prova d’esame. L’inserimento della suddetta Chiave permetterà la corretta visualizzazione della prova selezionata.

Per la prima prova scritta, se non ci sono prove speciali, l’applicazione presenta una sola scelta (es. P000 – ITALIANO). La seconda prova potrebbe invece differire, in caso di commissioni con classi che seguono diversi indirizzi di studio.

Una volta selezionata la prova, inserita la Chiave Ministero, occorre cliccare il pulsante Apri o Salva. In entrambi i casi sarà possibile stampare la prova. In caso di prova speciale si consiglia di premere il pulsante Salva, in modo da consentirne una più facile gestione.