Home Personale I docenti tornano a scuola già nella settimana dopo ferragosto

I docenti tornano a scuola già nella settimana dopo ferragosto

CONDIVIDI

In diverse scuole secondarie di II grado, l’attività didattica riprenderà nella settimana dopo ferragosto. Sono previsti gli esami per la valutazione della sospensione del giudizio.

Facendo il giro sul web, sui siti istituzionali delle scuole secondarie di II grado, si trovano le circolari che comunicano che già dalla settimana che va dal 21 agosto al 26 agosto 2017 i docenti sono chiamati a riprendere servizio per somministrare e correggere le prove scritte e quelle orali delle materie scolastiche oggetto di sospensione del giudizio per alcuni studenti.

Icotea

A tal proposito ricordiamo che il rientro in servizio prima del 31 agosto è previsto ai sensi del comma 1 dell’art.8 dell’Ordinanza Ministeriale 92 del 2007. In tale norma è scritto che salvo casi eccezionali, dipendenti da specifiche esigenze organizzative debitamente documentate, le iniziative di recupero, le relative verifiche e le valutazioni integrative finali hanno luogo entro la fine dell’anno scolastico di riferimento. In ogni caso, le suddette operazioni devono concludersi, improrogabilmente, entro la data di inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo.

Siccome l’anno scolastico termina il 31 agosto di ogni anno, le scuole richiamano in servizio, a volte interrompendone il diritto di ferie, i docenti che hanno lasciato un debito scolastico e che quindi hanno contribuito alla sospensione del giudizio di uno o più studenti.

Tra prove scritte, correzione degli elaborati, prove orali e conseguenti scrutini, il periodo della sospensione del giudizio potrebbe durare anche una settimana lavorativa.

Infatti, come previsto dall’O.M.92/2007, le operazioni di verifica sono organizzate dal consiglio di classe secondo il calendario stabilito dal collegio dei docenti e condotte dai docenti delle discipline interessate, con l’assistenza di altri docenti del medesimo consiglio di classe.

 

{loadposition carta-docente}

 

Il consiglio di classe, alla luce delle verifiche effettuate, delibera la integrazione dello scrutinio finale, espresso sulla base di una valutazione complessiva dello studente, che, in caso di esito positivo, comporta l’ammissione dello stesso alla frequenza della classe successiva. In tale caso, risolvendo la sospensione di giudizio, vengono pubblicati all’albo dell’istituto i voti riportati in tutte le discipline con la indicazione “ammesso”. In caso di esito negativo del giudizio finale, sulla base di una valutazione complessiva dello studente, il relativo risultato viene pubblicato all’albo dell’istituto con la sola indicazione “non ammesso”.

Nei confronti degli studenti per i quali sia stata espressa una valutazione positiva in sede di integrazione dello scrutinio finale al termine del terz’ultimo e penultimo anno di corso, il consiglio di classe procede altresì all’attribuzione del punteggio di credito scolastico.

Bisogna sapere che il rientro a scuola già nella settimana successiva al ferragosto non riguarda soltanto lo svolgimento degli esami della sospensione del giudizio, ma più complessivamente i tanti impegni per avviare il nuovo anno scolastico.

Infatti è proprio nell’ultima decade di agosto che si iniziano a formare le classi, che si pensa alla costituzione dei consigli di classe e che si struttura l’orario scolastico provvisorio per iniziare, senza disservizi, le lezioni. In questo periodo si prepara pure il piano delle attività e il collegio dei docenti.

Insomma chi pensava che i docenti godono di tre mesi di vacanza e sono dei privilegiati, forse dovrebbe ricredersi.

{loadposition facebook}